L’artista Sergio Racanati selezionato per girare un film in India: al via la campagna di crowdfunding per sostenere il progetto

Cultura // Scritto da Serena Ferrara // 27 luglio 2016

L’artista Sergio Racanati selezionato per girare un film in India: al via la campagna di crowdfunding per sostenere il progetto


 Si chiama KYTA, programma di residenza artistica collaborativa  diretto e curato da  Shabez Arif S. che trasformerà il piccolo villaggio di Kalga (India), ai piedi dell’Himalaya, in un polo di attrazione per artisti da tutto il mondo, che si confronteranno, si scambieranno idee e punti di vista e incontreranno  il mercato dell’arte.

10 gli artisti di altrettante discipline che potranno prendere parte, dal 9 settembre al 16 ottobre, al programma residenziale. Tra questi, l’artista biscegliese Sergio Racanati, selezionato per realizzare (produrre e dirigere) un film indipendente in India.

Il film, che, nello stile dell’artista, mescolerà il liguaggio performativo a quello del cinema sperimentale, indagherà sul rapporto tra ambiente naturale e ambiente costruito.

Per rendere possibile il film, l’artista ha lanciato una campagna di crowdfunding con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica, cercare nuovi attori e sponsor, incontrare nuovi sostenitori e sperimentare nuovi linguaggi espressivi.

La campagna, che entra a far parte del progetto artistico a tutti gli effetti, durerà un mese. Sarà possibile donare 50, 100, 300 o 500 euro o più e diventare co-produttori del film. In cambio, l’artista donerà una copia del film ai sostenitori e tre fotografie in formato A4 autenticate.

Per partecipare alla campagna di crowdfunding basta cliccare il link: https://www.beartonline.com/projects/1179/sergio-racanati-at-kyta-india

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Cultura // Scritto da Serena Ferrara // 27 luglio 2016