L’Arcigay sulla manifestazione delle “Sentinelle in piedi”: «Si esprimano liberamente»

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 11 luglio 2014

L’Arcigay sulla manifestazione delle “Sentinelle in piedi”: «Si esprimano liberamente»


Venerdì 11 luglio si terrà in piazza Vittorio Emanuele una manifestazione promossa dall’associazione “Sentinelle in piedi”, di protesta nei confronti del disegno di legge presentato dal parlamentare del Partito Democratico Ivan Scalfarotto, ritenuto eccessivamente punitivo verso coloro i quali nutrono un’opinione fortemente negativa rispetto alla tematica delle adozioni di bambini a coppie omosessuali.

L’Arcigay Bat “Le mine vaganti” getta acqua sul fuoco della polemica, invitando all’astensione da qualsiasi genere di contromanifestazione.

«Le “Sentinelle in piedi” costituiscono un gruppo numericamente limitato rispetto al consenso oceanico e trasversale che riscuotono le manifestazioni a sostegno della comunità lgbtqi; una contromanifestazione rischia di potenziare gente che vive del clamore mediatico. Arcigay Bat, contrariamente allo statuto di altre associazioni, non nasce per opporsi a qualcosa o a qualcuno, bensì è del tutto favorevole al fatto che si possa manifestare il proprio dissenso a determinate iniziative, di cui peraltro non si possiede una conoscenza esatta. Come diceva qualcuno, “Non condivido le tue idee ma sono disposto a morire perché tu possa professarle”.

Una manifestazione delle "Sentinelle in piedi"

Una manifestazione delle “Sentinelle in piedi”

Queste associazioni contro i diritti della comunità lgbtqi e a sostegno della famiglia naturale non rientrano nel nostro target. Il nostro target è costituito dalle istituzioni e dalla società civile. E per i motivi citati sopra Arcigay Bat sostiene pienamente la famiglia naturale o tradizionale. Quasi la totalità di noi vive circondato dall’affetto di una famiglia formata da un padre e da una madre, così come il nostro modo di amare qualcuno e il desiderio di formare una famiglia sono del tutto naturali. Un incontro con tali associazioni ci consentirebbe di far capire loro che i punti di contatto tra questi due “mondi” non sarebbero poi così pochi.

Pertanto, Arcigay Bat invita i propri soci ad astenersi da eventuali contromanifestazioni e consiglia invece di partecipare attivamente alle molteplici iniziative promosse dal nostro comitato territoriale, all’insegna dell’allegria, della formazione e della condivisione».

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 11 luglio 2014