L’ANALISI / Bisceglie, altri due punti persi per strada

Sport // Scritto da Vito Troilo // 2 marzo 2015

L’ANALISI / Bisceglie, altri due punti persi per strada


Il Bisceglie non è andato oltre il pari a San Severo

Il Bisceglie non è andato oltre il pari a San Severo

Il pareggio di San Severo è un altro passo falso, per un Bisceglie che non riesce a incidere quanto e soprattutto quando dovrebbe. Non ci sono attenuanti che tengano per giustificare l’ennesimo mancato successo in un confronto con una squadra tecnicamente meno attrezzata, il cui unico merito è stato sfruttare, a differenza dei nerazzurri, la prima opportunità a disposizione per segnare.

La lunga inferiorità numerica è soltanto una foglia di fico: i vincenti non cercano giustificazioni e questo Bisceglie, purtroppo, continua a dimostrare di non possedere quella mentalità necessaria a dominare le partite, specialmente in trasferta.

L’occasione sprecata a tu per tu col portiere da Lacarra dopo 4 minuti, l’anticipo su Guadalupi al 15°, il diagonale messo a lato da Viscuso al 24° sono soltanto le tre chances più evidenti che gli ospiti non hanno saputo sfruttare. Gli avversari, invece, non sono così benevoli e al primo sussulto, intorno alla mezz’ora, il San Severo ha sbloccato il risultato.

L’espulsione del portiere Vicino, uscito alla disperata fuori area per chiudere il buco creato da un pacchetto arretrato in balia delle onde dopo il gol incassato, ha fornito l’alibi perfetto per ritenere tutto sommato positivo il pareggio, peraltro concesso con molta generosità dalla formazione dauna, che in apertura di ripresa ha giocato alle belle statuine facendosi beffare dal solito Pierino Zotti. Senza i gol del quale il Bisceglie lotterebbe per evitare i playout.

Una fase del match sul sintetico del "Ricciardelli"

Una fase del match sul sintetico del “Ricciardelli”

I nerazzurri giocano un calcio tutt’altro che disprezzabile, anzi. Palla a terra il Bisceglie è una squadra capace di mettere l’uomo a tu per tu col portiere con tre-quattro passaggi. Il problema è che non segna quanto dovrebbe. Un limite caratteriale evidente, di cui andrebbe chiesto conto alla guida tecnica. Sempre che siano tutti concordi nel sostenere che il Bisceglie, con tutto il rispetto per il San Severo, non può essere soddisfatto di fare 1-1 al “Ricciardelli”. Coi pareggi non si vincono i campionati, al massimo si salvano le panchine.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 2 marzo 2015