L’amministrazione comunale: «Rescisso il contratto con Camassambiente»

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 30 dicembre 2016

L’amministrazione comunale: «Rescisso il contratto con Camassambiente»

Nota da Palazzo San Domenico. Il Prefetto di Bari aveva invitato i comuni a «non assumere iniziative»

La notizia pubblicata venerdì mattina in anteprima da Bisceglie in diretta del provvedimento restrittivo antimafia adottato nei confronti di Camassambiente ha suscitato la reazione dell’amministrazione comunale, che ha annunciato, attraverso un comunicato stampa, l’avvenuta notifica di «recesso del rapporto giuridico che lega il comune di Bisceglie alla Camassambiente, la società che gestisce il servizio di igiene pubblica in città».

L’Ente avrebbe chiesto all’azienda di proseguire nel servizio «per i prossimi venti giorni,  in modo da poter attivare le procedure per  effettuare il passaggio di consegne con un’altra azienda inserita nella graduatoria stilata nello scorso mese di luglio dopo la formale procedura di evidenza pubblica».

Secondo quanto sostenuto in una nota di Palazzo San Domenico, la scelta sarebbe stata assunta «non a seguito delle rimostranze sulla qualità del servizio o sulle procedure di attivazione della raccolta porta a porta formulate in passato dal comune» ma in ragione «di un provvedimento interdittivo antimafia adottato dalla Prefettura di Bari lo scorso 23 dicembre. Il recesso costituisce un atto dovuto previsto dalle leggi antimafia».

L’Ente ha riservato la possibilità di «valutare la sussistenza di altri strumenti giuridici posti a tutela del comune e dei cittadini».

Il Prefetto di Bari Carmela Pagano aveva invitato i comuni a «non assumere iniziative dirette all’interruzione del rapporto con l’impresa contraente, al fine di garantire la continuità di funzioni e servizi essenziali».

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 30 dicembre 2016