L’Ambrosia al cospetto del fanalino di coda Francavilla con la massima concentrazione

Sport // Scritto da Vito Troilo // 31 gennaio 2015

L’Ambrosia al cospetto del fanalino di coda Francavilla con la massima concentrazione


Nella foto, Mathias Drigo, che giovedì 29 gennaio ha compiuto 26 anni [Tattoli]

E’ una fase, almeno sulla carta, potenzialmente favorevole per l’Ambrosia Bisceglie, considerando in prospettiva gli impegni in calendario e facendo la tara con la situazione di classifica delle prossime avversarie dei nerazzurri nella fase iniziale del girone di ritorno del campionato di Serie B di pallacanestro. Sul parquet, in ogni modo, si parte da 0-0 e bisogna dimostrare tutte le volte di meritare i due punti.

Ne sono totalmente consci i giocatori e lo staff tecnico, alla vigilia dell’impegno casalingo (domenica 1° febbraio, PalaDolmen, ore 18:00) con Francavilla. La formazione allenata da Pasquale Scoccimarro ha ripreso a vincere, superando in casa Vasto e imponendosi nettamente a Isernia: le intenzioni sono, naturalmente, quelle di proseguire e infilare una serie di successi per risalire ancora un gradino e agguantare il secondo posto al termine della stagione regolare, ritenendo serenamente incolmabile il divario di 8 punti dalla capolista Agropoli (che ha perso l’imbattibilità facendosi sorprendere in casa da Monteroni) a 10 giornate dal termine della prima fase.

Fenny Abassi

Fenny Abassi

Il gruppo si è allenato con la solita attenzione a tutto ciò che il coach e i suoi collaboratori hanno desiderato mettere in risalto per preparare la gara col fanalino di coda del girone D. Giovedì pomeriggio l’Ambrosia ha giocato un’utile amichevole coi cugini della Juve Trani: un bel rendez-vous con tantissimi ex dal quale sono emerse le indicazioni di cui Scoccimarro aveva bisogno per entrare con la dovuta concentrazione e un pizzico di umiltà, che non guasta mai, nel confronto col giovanissimo collettivo del timoniere Davide Olive.

Francavilla, battuta nettamente nel match d’andata a Ceglie, si è rinforzata con l’ingaggio del 23enne italo-argentino Gonzalo Beltran, un giocatore di categoria il cui rendimento è stato subito soddisfacente: 14 punti di media nelle tre partite disputate con un high di 19 domenica scorsa nell’incontro che i messapici hanno perso di un soffio (63-67) in casa con Venafro, seguito al -6 di Taranto. Segno inequivocabile che la squadra gialloblu, in cui milita il 18enne ruvese Fabio Caldarola, con trascorsi nel settore giovanile Ambrosia, non ha alcuna voglia di abbandonare la lotta per la salvezza.

Prosegue il lavoro di integrazione dei nuovi arrivati Juan Caceres e Diego Corral nel sistema di gioco nerazzurro. Il loro contributo è stato subito visibile e ha radicalmente mutato l’assetto tattico della squadra, com’era nelle intenzioni della società e dello staff tecnico nel momento in cui si è deciso di modificare la composizione del roster. Perfettamente recuperato Fenny Abassi, utilizzato in Molise solo per 9 minuti a causa di un leggero infortunio riportato in un’azione di gioco.

Ambrosia Bisceglie-Francavilla sarà diretta da Marco Leggiero, brindisino ma da tempo residente a Lecce e Nunzio Spano di Sannicandro di Bari.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 31 gennaio 2015