LA FINALE – Scafati eccellente, l’Ambrosia non tiene il passo e cede gara 1

Sport // Scritto da Vito Troilo // 9 giugno 2014

LA FINALE – Scafati eccellente, l’Ambrosia non tiene il passo e cede gara 1


Ambrosia Basket Bisceglie (foto Domenico Tattoli)

Ambrosia Basket Bisceglie (foto Domenico Tattoli)

Scafati-Ambrosia Bisceglie 91-68

Scafati: Di Capua 19 (4/5, 2/4), Ruggiero 22 (6/8, 2/7), Zaccariello 2 (1/2, 0/3), Requena 4 (2/4, 0/2), Chiacig 15 (6/10), Matrone 11 (5/6, 0/1), Moruzzi 8 (4/4, 0/2), Izzo 6 (1/1, 0/1), Gamaleri 7 (1/1, 1/1), Antonelli 1 (0/3). Allenatore: Mimmo Sorgentone.
Ambrosia Bisceglie: Corvino 3 (1/1, 0/4), Torresi 9 (1/6, 2/2), Gambarota (0/4), Drigo 13 (5/11, 1/3), Storchi 14 (2/4, 3/7), Merletto 12 (1/2, 2/3), Cena 6 (2/3, 0/1), Abassi 5 (2/4, 0/2), Chiriatti 5 (2/3), Falcone 1 (0/1). Allenatore: Pasquale Scoccimarro.
Arbitri: Raimondo di Roma, Vita di Ancona.
Parziali: 22-17; 50-30; 67-43.
Note: nessun uscito per falli. Tiri da due: Scafati 30/44, Ambrosia Bisceglie 16/39. Tiri da tre: Scafati 5/21, Ambrosia Bisceglie 8/22. Tiri liberi: Scafati 16/22, Ambrosia Bisceglie 12/25. Rimbalzi: Scafati 43 (33+10, Chiacig 13, Matrone 11), Ambrosia Bisceglie 31 (22+9, Storchi 7). Assist: Scafati 20 (Di Capua 6), Ambrosia Bisceglie 12 (cinque con 2).

Scafati ha fatto Scafati, l’Ambrosia non è stata all’altezza di se stessa. Gara 1 ai favoriti, che hanno saputo prendere il largo nel secondo quarto (28-13) facendo valere la superiorità fisica vicino canestro (12-3 a rimbalzo).

Il vantaggio di venti punti con il quale i gialloblu di casa hanno chiuso all’intervallo lungo non è mai stato ridotto in tutto il secondo tempo, certificando l’assoluta capacità di controllo della compagine di Mimmo Sorgentone, sorretta senza particolari difficoltà anche dai giocatori della panchina (Matrone in doppia doppia). Scafati ha potuto permettersi uno Zaccariello da 2 punti con 1/5 al tiro.

Bisceglie, avanti 10-6 al quarto minuto, non ha avuto la forza per risalire la china, precipitando anche sul -28 (76-48 con un canestro di Requena, altro fattore potenzialmente determinante per la serie che non ha inciso sul primo confronto). Difficile pensare di poter superare una squadra evidentemente più forte per qualità ed esperienza, peraltro fuori casa, tirando con meno del 40% da due.

Giovedì sera, alle ore 21:00, il secondo atto della finale. L’Ambrosia (seguita in trasferta da oltre cento supporters) dovrà fare tesoro di tutto ciò che non ha funzionato al PalaMangano e dare sfogo alla sua voglia di rivincita, a prescindere dall’innegabile valore degli avversari.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 9 giugno 2014