La Cgil Bat replica all’attacco dell’europarlamentare PD Pina Picierno

Politica // Scritto da Vito Troilo // 30 ottobre 2014

La Cgil Bat replica all’attacco dell’europarlamentare PD Pina Picierno


Diversi esponenti provinciali della Cgil sono intervenuti per stigmatizzare sia quanto accaduto mercoledì a Roma nel corso delle manifestazioni di protesta organizzate dalla Fiom contro il licenziamento di decine di operai della Thiessen di Terni che le parole pronunciate dall’eurodeputata del Partito Democratico Pina Picierno.

Le Rsa dell’Eurospin Puglia S.p.a. delle sedi di Andria e Barletta, Anna Teresa Caputi e Mariangela Bernardi, ritengono che le parole della parlamentare europea siano «inopportune ed offensive, non solo verso Susanna Camusso ma anche nei confronti di un milione di persone che possono dire con orgoglio ‘Il 25 ottobre io c’ero!’. Noi, come tanti altri lavoratori, abbiamo pagato e sostenuto con il nostro denaro la manifestazione, anche con sottoscrizioni volontarie. È, inoltre, evidente che la Picierno non conosce le dinamiche di un sindacato: siamo iscritte alla Filcams Cgil Bat, siamo state elette dai nostri colleghi e noi successivamente abbiamo poi eletto i nostri rappresentanti durante il congresso, altro che tessere false! Abbiamo contribuito a pagare i pullman e sappiamo cosa significhi la parola sacrificio, Pina Picierno forse no» tuonano le due rappresentanti sindacali.

Luigi Antonucci, leader Cgil Bat

Luigi Antonucci, leader Cgil Bat

Rincara la dose Luigi Marzano, segretario generale Fp Cgil Bat: «Le parole dell’eurodeputata sono irrispettose. Come ha detto la segretaria generale della Fp Cgil nazionale, Rossana Dettori, se Picierno ed il nuovo corso del Partito Democratico vogliono davvero lanciare una sfida al sindacato, aprano un dibattito per approvare una legge sulla rappresentanza. Nel lavoro pubblico c’è e funziona».

Bordate anche dal segretario generale Cgil Bat, Luigi Antonucci: «L’eurodeputata del PD non sa davvero di cosa parla, probabilmente non ha mai lavorato un giorno in vita sua e quindi cosa può saperne di una manifestazione voluta e partecipata come quella di sabato scorso a Roma? Cosa può saperne della voglia dei lavoratori di essere ascoltati e di non vedere calpestati i propri diritti? È chiaro ed evidente che con quelle dichiarazioni la Picierno non ha fatto altro che guardare la pagliuzza negli occhi degli altri (sempre che ci sia) non accorgendosi della trave che è nei propri occhi».

In definitiva, è evidente lo scollamento totale fra l’attuale leadership del Partito Democratico e il sindacato che storicamente ha rappresentato (o pensato di farlo) le istanze dei lavoratori di sinistra.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 30 ottobre 2014