La candidatura di Arcieri rilancia il PCdI: “Noi alternativi a Spina. Voto valido per le comunali”

Politica // Scritto da Fabrizio Ardito // 11 maggio 2015

La candidatura di Arcieri rilancia il PCdI: “Noi alternativi a Spina. Voto valido per le comunali”


Se la corsa per il candidato presidente ai più sembra chiusa (ne avevamo parlato qui: “SONDAGGIO | Elezioni regionali 2015, Emiliano (PD) stacca tutti, Poli Bortone (FI) dietro Laricchia (M5S)“), è tutta in salita la strada per gli aspiranti consiglieri regionali.

Nella serata di ieri il Partito Comunista d’Italia ha rilanciato la sua azione politica, presentando ai cittadini presenti in Piazza Vittorio Emanuele la candidatura di Emanuele Arcieri: «Il compagno [Arcieri] è una persona di grande onestà e dignità, virtù che vanno sparendo nella politica» ha dichiarato dal palco Franco Napoletano.

IN REGIONE

Il palco del comizio del PCdI

Il palco del comizio del PCdI

«Il PCdI sostiene l’unità della Sinistra – ha sostenuto dal palco Alessandra Luccarelli, segretaria cittadina della sezione di via Cialdini – e per questo si schiera con Emiliano per dare il nostro apporto di proposte e la forza della nostra storia politica alla coalizione di centrosinistra alla Regione». Un rapporto, quello con il candidato del centrosinistra, che non si può proprio definire idilliaco e che non si discosta dal giudizio su Vendola; se la segretaria cittadina Luccarelli punta all’azione, affermando: «Non possiamo permetterci il lusso di non non far nulla per poi dire “l’avevamo detto”, ma dobbiamo lottare per i lavoratori e far sentire la nostra voce nella sinistra», Franco Napoletano guarda al passato, giudicando «complessivamente positiva l’esperienza del Governo Vendola». Infatti «non c’è dubbio che abbia conseguito risultati notevoli», ma la strada verso l’optimus per i compagni della sezione di via Cialdini è lontano».

IN CONSIGLIO COMUNALE

Le elezioni regionali non sono tuttavia fine a se stesse, ma per Napoletano rappresentano un trampolino di lancio per le future comunali: «Dovete portare la gente a votare – afferma infatti – perchè sono il banco di prova per le amministrative, che non è detto che si celebrino nel 2018 (scadenza naturale del mandato, nda): possono giungere prima, se il Sindaco fosse chiamato a ricoprire ruoli in Regione».

E se un occhio il presidente del consiglio comunale lo volge al futuro di Bisceglie, l’altro punta alle voci che corrono nel presente: «La nostra è opposizione – scandisce l’On. Napoletano dal palco – e lo deve sapere qualche esponente di centrodestra, che deve raccogliere i pezzi di una coalizione in frantumi, prima di pontificare e parlar male della nostra azione politica responsabile, da opposizione seria, ma che al tempo stesso sa essere forza di governo».

Napoletano non perde nemmeno l’occasione, «pur non interessandosi di fatti di case altrui», di far notare che «alla presentazione della candidatura di Emiliano a Bisceglie mancava la classe dirigente del Pd che guida la sezione di Bisceglie. Non può andare avanti così, ci sono delle incongruenze che il segretario regionale (Emiliano, nda) dovrà risolvere».

Sul palco: Franco Napoletano e il candidato Emanuele Arcieri

Sul palco: Franco Napoletano e il candidato Emanuele Arcieri

Fabrizio Ardito

Chi è Fabrizio Ardito

Giornalista pubblicista dal 2012, è studente di Marketing e Comunicazione. E' l'ispiratore dello spazio web del giornale cartaceo (all'inizio per l'allora Diretta Nuova, ora Bisceglie in Diretta), di cui è stato responsabile. Tra i suoi interessi ci sono la Politica, la Comunicazione, la Statistica, l'Astronomia e l'Informatica. Attualmente è redattore di Bisceglie in Diretta.




Politica // Scritto da Fabrizio Ardito // 11 maggio 2015