“La bici è una persona?”, flash mob per sensibilizzare sulla sicurezza stradale

Attualità // Scritto da Cristina Giovenale // 23 gennaio 2016

“La bici è una persona?”, flash mob per sensibilizzare sulla sicurezza stradale

Il coro delle associazioni cittadine dopo i fatti del 20 gennaio

La bici è una persona? Domenica 24 gennaio in piazza San Francesco, le associazioni cittadine Biciliæ – associazione per la mobilità sostenibile, polisportiva Gaetano Cavallaro, OpenSource Bisceglie, scuola di Ciclismo Asd Ludobike racing team, Mente Interattiva, psicologia salute e benessere e Avis Bisceglie scendono in strada per far sentire la loro voce ed esprimere la loro vicinanza al ciclista biscegliese travolto da un’auto lo scorso 20 gennaio a Bisceglie, in carrara San Francesco.

Alla luce di quanto accaduto nei giorni scorsi, camminare e pedalare per strada non è sicuro, perché? Cittadinanza e istituzioni sono invitate e coinvolte in prima persona a discuterne affinché non si ripetano simili episodi di cronaca; anche se sono stati raggiunti risultati in termini di traffico e viabilità, è necessario progredire per migliorare la sicurezza a piedi e in bici, valorizzando gli spostamenti sostenibili e la mobilità dei più deboli.

Il raduno è previsto domenica 24 gennaio nella nuova zona pedonale di piazza San Francesco alle ore 10.45, alle 11:00 seguirà l’intervento- testimonianza di chi ha perso il papà in un incidente stradale simile a quello avvenuto il 20 gennaio; alle 11.15 ci sarà l’incontro con il sindaco Spina e le istituzioni locali. a cui verrà consegnato un documento contenente le prime proposte, in fatto di mobilità sostenibile, elaborate dalle associazioni cittadine da attuare quanto prima. Alle 11.30 seguirà il flash mob «La bici è una persona», in cui gli intervenuti plasmeranno una bicicletta umana.

Dinanzi all’accaduto «Non possiamo rimanere in silenzio», riportano gli organizzatori dell’iniziativa. La partecipazione è estesa a tutta la cittadinanza e non è necessario portare con sé una bicicletta.

Intanto, l’uomo che ha investito il ciclista si è costituito alle autorità e si tratta di un 27enne biscegliese che ha fornito le informazioni per il recupero dell’auto, una Fiat Punto con cui è stato commesso il fatto. Il veicolo ritrovato in una carrozzeria è stato sequestrato dai militari. Invece, il 36enne investito è ancora in stato di coma e degente presso il policlinico di Bari.

Cristina Giovenale

Chi è Cristina Giovenale

Giornalista pubblicista dal 2009, laureata con lode in Filologia Moderna collabora con Biscegliendiretta dal 2006. Ha lavorato come giornalista per l'ATS-agenzia telegrafica Svizzera e per l'ufficio stampa dell'ambasciata d'Italia a Berna. Ha anche collaborato con il Corriere del Mezzogiorno, dorso pugliese del Corriere della sera.




Attualità // Scritto da Cristina Giovenale // 23 gennaio 2016