LA ASL SI RISTRUTTURA. PER BISCEGLIE PREVISTO DIPARTIMENTO MEDICO

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 21 febbraio 2014

LA ASL SI RISTRUTTURA. PER BISCEGLIE PREVISTO DIPARTIMENTO MEDICO


asl_bat

Asl Bt

Barletta, Trani-Bisceglie e Andria-Canosa: sono tre nella provincia  i presidi ospedalieri che secondo la nuova proposta di dotazione organica della Asl Bt ospiteranno Dipartimenti Medici e Chirurgici, presupposto per un nuovo modello di reparto “ad intensità di cura. L’idea, in prospettiva, è quella di non dividere i pazienti in basse ala tipologia, ma aggregarli in base alla  gravità del caso e alla tipologia di assistenza di cui necessitano.

L’azienda sanitaria locale ha condiviso nelle scorse ore con le organizzazioni sindacali del comparto e della dirigenza, la bozza del nuovo modello organizzativo aziendale, che segue quanto previsto dalla delibera di Giunta regionale n.3088/2012. Per la  Asl Bt, la Regione ipotizzava 60 unità operative complesse (di cui 39 ospedaliere e 21 tra territoriali e amministrative) e 89 strutture semplici.

Sul fronte dell’assistenza ospedaliera è stata mantenuta una omogeneità tra i due poli più  maggiori, con 16 strutture complesse all’ospedale Dimiccoli di Barletta e 16 strutture complesse al polo ospedaliero Andria-Canosa.
Sono stati inoltre previsti una serie di Dipartimenti: Dipartimento delle Tecnostrutture, Dipartimento dei Servizi Territoriali, Dipartimento Emergenza Urgenza, Dipartimento di Bioimmagini e Terapie radianti, Dipartimento di Patologia Clinica e Medicina Trasfusionale, Dipartimento di Gestione del Farmaco, Dipartimento Territoriale e della Riabilitazione,
Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze patologiche e Dipartimento di Prevenzione.

Si attendono ora sul Piano, proposte e correttivi da parte delle organizzazioni sindacali.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 21 febbraio 2014