Juniores, trionfo Santos Club: Rutigliano ko e vittoria del campionato!

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 19 aprile 2015

Juniores, trionfo Santos Club: Rutigliano ko e vittoria del campionato!


I biscegliesi accedono alla finale regionale: affronteranno lo Sporting Martina

Santos Club-Giovani Aquile Rutigliano 6-2

Santos Club: Di Pilato, G. L’Erario, Mugeo, Di Ceglie, Amato, Preziosa, Storelli, Galantino, d’Angella, S. L’Erario, Tarantini, Ricchiuti. Allenatore: Mauro Tritto.
Giovani Aquile Rutigliano:
Florio, Antonelli, G. Pavone, Creatore, Gigante, Deleornardis, Barone, F. Pavone, Ranieri, Loiotile, Giampaolo, Amodio. Allenatore: Giuseppe Didonna.
Arbitro: Signorile di Bari.
Reti: 20° Di Ceglie, 29° Barone, 33° Preziosa, 38° Gigante, 39° Mugeo, 49° Di Ceglie, 59° Mugeo, 61° Di Ceglie.
Note: spettatori 300 circa. Ammoniti Di Ceglie, Barone, Preziosa, G. L’Erario, Deleonardis.

Alla fine, la festa iniziata a Margherita di Savoia lo scorso 31 marzo, poi bruscamente interrotta, è proseguita in quel di Giovinazzo: nella gara spareggio per 1° posto del girone A Juniores, infatti, il Santos Club di mister Mauro Tritto hanno superato 6-2 i pari età delle Giovani Aquile Rutigliano, ottenendo così la meritata vittoria del campionato.

Ma la stagione del Santos Club Juniores non finisce qui: nel prossimo weekend (con ogni probabilità venerdì 24 aprile, l’ufficialità arriverà nel pomeriggio di lunedì) i gialloblu saranno di scena al PalaWojtyla di Martina Franca per affrontare lo Sporting Martina: in palio il titolo di Campione Regionale Juniores, che decreterà la formazione che passerà alla successiva fase Nazionale.

Tornando alla cronaca del match, le due formazioni, visibilmente emozionate, si giocano la gara più importante della stagione al palasport di Giovinazzo, gremito di tifosi e appassionati di futsal. Nella fase iniziale della gara i due roster allenati da Tritto e Didonna mettono in atto una fase di studio, senza scoprirsi più di tanto. Dopo un paio di timide conclusioni da lontano per parte, la prima vera occasione del match capita alle Giovani Aquile Rutigliano (scambio Gigante-Giuseppe Pavone), ma l’estremo Di Pilato allontana il pericolo, mettendo in corner.
Il Santos Club, privo dell’infortunato Loprieno, non resta a guardare e con il passare dei minuti insidia, con le conlusioni di Di Ceglie e Mugeo, la porta difesa da Florio, ma quest’ultimo si rifugia tempestivamente in corner.

Al 20° ci pensa Angelo Di Ceglie a sbloccare il match e portare il Santos Club in vantaggio: l’universale biscegliese sfrutta al meglio il suggerimento di un compagno, lasciando partire una sassata da fuori area che non lascia scampo al portiere avversario.

Al 22° arriva la risposta del Rutigliano con uno slalom di Gigante che s’invola versa la porta avversaria e lascia partitre una potente conclusione sulla quale Di Pilato si rifugia in corner. I minuti passano, ma il duello Gigante-Di Pilato si ripete, ma l’estremo dei biscegliesi risponde con un intervento strepitoso; sul corner successivo un velenoso diagonale del centrale Antonelli si spedisce fuori di un soffio.

Poco dopo, il Santos Club non concretizza due ghiotte occasioni, merito anche delle parate dell’estremo avversario: Di Ceglie ruba nella metà campo avversaria, ma spara addosso a Florio, che risponde ottimamente anche alla conclusione capitata sul piede di capitan Preziosa, servito da Mugeo. Si passa, così, dall’ipotetico 2-0 all’1-1: Gigante, l’elemento più pericoloso delle Giovani Aquile, trova, con un assist dalla sinistra, Barone che al 29° insacca con un tap-in sotto misura che chiude di fatto la prima frazione.

Nella ripresa arriva la definitiva sterzata dei biscegliesi, subito in vantaggio dopo neanche 180 secondi grazie a capitan Gianluca Preziosa, a segno con un preciso diagonale dalla sinistra.
Al 38° arriva la formazione rutiglianese riagguanta il pari grazie al suo bomber Vincenzo Gigante, pescato da un compagno con un preciso passaggio in area: 2-2.

Neanche il tempo di esultare, che il Santos Club mette a segno la rete del 3-2 che spianerà la strada ai biscegliesi: Davide Amato serve il laterale Giulio Mugeo che, con una conclusione di potenza da posizione centrale dell’area di rigore, insacca alle spalle di Florio.

Al 42° il Rutigliano non sfrutta a dovere una ripartenza in superiorità numerica, complice l’intervento di Di Pilato su Antonelli (lo stesso duello si ripeterà al minuto 46). Nei secondi successivi, al giovane gruppo biscegliese capita la stessa situazione con Di Ceglie, ma l’estremo avversario non si lascia sorprendere.

Al 49° arriva la rete del 4-2: calcio di punizione per i biscegliesi, passaggio verso Angelo Di Ceglie che, con un siluro da fuori indirizzato sotto l’incrocio dei pali, fulmina l’incolpevole estremo avversario. Il Santos Club controlla la gara, chiudendo gli spazi agli avversari e lasciando scorrere preziosi minuti. Al 58° il Santos Club si rende pericoloso con uno scambio tra Amato e Di Ceglie, ma l’estremo Florio evita, aiutandosi con la complicità del palo, la rete del 5-2.

Nei minuti finali le Giovani Aquile Rutigliano si giocheranno il tutto per tutto con il quinto di movimento, aprendo le porte della vittoria gialloblu: il giovane gruppo biscegliese, infatti, mette a segno due reti a porta spalancata, una con Mugeo, l’altra con Di Ceglie.
Al triplice fischio finale il pubblico presente applaude entrambe le formazioni, le quali hanno onorato la posta in palio con una gara spettacolare e regalando così ai presenti un sano pomeriggio di sport.

L’Asd Santos Club, dunque, raggiunge l’obiettivo prefissato ad inizio stagione, ovvero quello di vincere il campionato Juniores, accedendo alla finale di Martina Franca. Si prospetta, dunque, un weekend intenso di emozioni per la società gialloblu: con ogni probabilità venerdì 24 aprile verrà disputata la finale regionale Juniores, mentre sabato 25 la prima squadra scenderà in campo per il 1° turno di qualificazione ai playoff di Serie C2.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 19 aprile 2015