Juniores, il sogno del Santos Club svanisce in finale: vince il Martina, gialloblu vicecampioni di Puglia

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 25 aprile 2015

Juniores, il sogno del Santos Club svanisce in finale: vince il Martina, gialloblu vicecampioni di Puglia


Sporting Martina-Santos Club 3-1

Sporting Martina: Ancona, Marangi, D’Aria, Marinuzzi, Caschetta, Santoro, Fragnelli, Castellana, Calianno, Ammendola, Basile, D’Arcangelo. Allenatore: Giovanni Daprile.
Santos Club: Di Pilato, Loprieno, Preziosa, Mugeo, Di Ceglie, Amato, S. L’Erario, Storelli, d’Angella, Losciale, Tarantini, Ricchiuti. Allenatore: Mauro Tritto.
Arbitro: Lacalamita di Bari.
Reti: 18° Marinuzzi, 25° Marangi, 28° rig. Di Ceglie, 38° Marinuzzi.
Note: spettatori 300 circa di cui un centinaio provenienti da Bisceglie. Ammoniti: D’Aria, Di Ceglie, Storelli, S. L’Erario.

Il sogno della compagine Juniores del Santos Club svanisce sul più bello: nell’attesa finale regionale di categoria, disputata a Martina Franca nella serata di venerdì 24 aprile, la formazione locale dello Sporting Martina passa 3-1 e si laurea campione di Puglia.

I biscegliesi incappano nella classica giornata no: complice anche la situazione di malessere psicofisico riscontrata durante il tragitto in pullman verso la città della Valle d’Itria, il giovane e ambizioso gruppo biscegliese disputa una gara decisamente sottotono nell’appuntamento più importante della stagione.

Assente il centrale Gianluca L’Erario (squalificato), il trainer Mauro Tritto recupera Loprieno che, con l’estremo Di Pilato, i laterali Di Ceglie e Mugeo e il pivot Amato, va a comporre il quintetto iniziale. Giovanni Daprile, tecnico della formazione di casa, risponde con Ancona in porta, D’Aria, Marangi, Caschetta e il pivot Marinuzzi.

Nonostante le difficoltà, spinto da volontà e determinazione, è il Santos Club a fare la partita nella fase iniziale di gara, mentre lo Sporting Martina attua una manovra attendista, affidandosi dunque alle ripartenze. I primi due squilli di gara, infatti, sono tutti ad opera dei gialloblu che sfiorano due volta il vantaggio con Di Ceglie. Al 4°, invece, Amato, in area, non sfrutta al meglio l’assist di Mugeo: capovolgimento di fronte e l’estremo Di Pilato mette in corner la conclusione del martinese Castellana.

Così, lo Sporting Martina, spinto dal pubblico amico, esce lentamente dal guscio e insidia la porta biscegliese con il centrale D’Aria che al 7° coglie il palo esterno con un tiro lento ed apparentemente innocuo dalla destra, sul quale, però, Di Pilato era ben posizionato. Un minuto dopo, il Martina punge in contropiede, ma Di Pilato allontana la minaccia mettendo in corner.

Il Santos Club non resta a guardare e al 12° colpisce un palo con Angelo Di Ceglie: sugli sviluppi di un corner, il laterale numero 9 lascia partire una sassata che non lascia scampo all’estremo locale, ma che s’infrange contro il legno. Passano 4 minuti e anche lo Sporting Martina colpisce un palo con D’Aria, stavolta dopo uno schema su calcio di punizione.

Al 18° i padroni di casa sbloccano il match con Marinuzzi che, favorito da un rimpallo, s’invola tutto solo verso la porta difesa da Di Pilato: 1-0. I minuti passano e il Martina si difende, il Santos Club, troppo nervoso e impreciso, crea pochi pericoli alla porta avversaria.
Al 25° lo Sporting Martina mostra a pieno il suo cinismo, sfruttando a dovere l’unica palla gol avuta dopo il vantaggio: Di Pilato respinge un diagonale destro dell’onnipresente D’Aria e capitan Marangi, tutto solo, deposita un facile tap-in da pochi passi.
Al 27° Gianluca Preziosa, capitano del Santos Club lascia partire un lancio dalla difesa verso l’area avversaria: fallo di mano di D’Aria, ammonito nell’occasione, e calcio di rigore per il Santos Club. Della battuta s’incarica Di Ceglie: l’estremo Ancona intuisce la direzione del tiro, ma non trattiene (2-1). Sullo scadere della prima frazione, nuovamente dal piede di Preziosa nasce una chiara occasione da rete: assist in area per Amato che non inquadra, però, il bersaglio giusto.

Nella ripresa mister Tritto ripropone lo stesso quintetto iniziale: unica eccezione Storelli al posto di Amato. Gialloblu subito pericolosi: passano pochi secondi e Di Ceglie non sfrutta al meglio un assist in diagonale dalla sinistra, cercando il gol da cineteca con un colpo di tacco sotto misura; la sfera, dunque, termina fuori di un soffio. Al 34° nuova chance per i ragazzi di mister Tritto, stavolta con Storelli, ma l’estremo avversario è autore di un intervento tempestivo.

I Santos Club ci crede, ma, proprio sul più bello, arriva terza rete dello Sporting Martina, ancora a segno con il minimo sforzo: sugli sviluppi di un corner, Caschetta serve Marinuzzi che, con un suo tiro sotto misura, beffa Di Pilato. Un minuto dopo, il team gialloblu cerca di riportarsi in gara con Di Ceglie, servito dal laterale Mugeo, ma sul suo diagonale l’estremo Ancona si fa trovare pronto.

Una punizione fin troppo severa per il Santos Club, che, pur disputando una prestazione opaca, non avrebbe meritato un simile passivo. Nel finale mister Tritto non vede la reazione che si aspettava sua squadra e corre ai ripari, buttando nella mischia oltre a Storelli, anche Sergio L’Erario d’Angella. Inizia il forcing dei biscegliesi, seppur sterile, dettato dalle insolite numerose imprecisioni con i passaggi effettuati nella metà campo avversaria, con il Martina sempre pronto a pungere in contropiede.

Capitan Preziosa mostra al pubblico bisceglie la coppa 2° posto

Capitan Preziosa mostra al pubblico bisceglie la coppa 2° posto

Nel finale, i biscegliesi alzano bandiera bianca con l’intervento strepitoso di Ancona su Giulio Mugeo: nei minuti di recupero neanche la carta del quinto di movimento, affidata a capitan Preziosa, porta gli effetti sperati. Così, arriva il triplice fischio finale: lo Sporting Martina è campione di Puglia della categoria Juniores, il Santos Club porta a casa la coppa di consolazione, quella dei vicecampioni di Puglia.

Alla fantastica stagione dei piccoli gialloblu è mancata solo la cosiddetta ‘ciliegina sulla torta’: c’è grande rammarico per l’occasione mancata, soprattutto contro un avversario sicuramente alla portata.
Una serata storta non è sufficiente per cancellare le emozioni di una stagione strepitosa: dall’esordio casalingo dello scorso novembre contro il Futsal Bisceglie, passando per le difficoltà riscontrate null’ultima di campionato a Margherita di Savoia, fino ad arrivare allo spareggio 1° posto vinto ai danni delle Giovani Aquile Rutigliano solo una settimana fa, il gruppo si è dimostrato unito, determinato, affiatato, ambizioso e con sani principi, ripagando pienamente la fiducia concessa in estate dell’intero staff tecnico e dirigenziale.

Il bilancio in casa biscegliese è sicuramente positivo: a pochi mesi dalla nascita del progetto Santos Club, infatti, è già arrivata la vittoria del campionato, l’obiettivo prefissato ad inizio stagione. Dimostrazione che il progetto gialloblu è già sulla buona strada.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 25 aprile 2015