IL SINDACO COMMEMORA CARLO DE TRIZIO: «UN DOVERE VERSO LE FUTURE GENERAZIONI»

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 28 aprile 2014

IL SINDACO COMMEMORA CARLO DE TRIZIO: «UN DOVERE VERSO LE FUTURE GENERAZIONI»


Il sindaco Francesco Spina commemora Carlo De Trizio

Il sindaco Francesco Spina commemora Carlo De Trizio

«Le pagine di storia non sono scritte dai nostri concittadini con una penna ma col sacrificio delle loro vite»

La città di Bisceglie, rappresentata dal sindaco Francesco Spina, ha commemorato Carlo De Trizio nell’ottavo anniversario della sua morte, avvenuta il 27 aprile 2006, con una cerimonia presso la tomba monumentale del cimitero.

«Ringrazio tutte le massime autorità istituzionali, religiose, civili e militari del territorio per la partecipazione alla commemorazione del nostro valoroso concittadino Carlo De Trizio. La città di Bisceglie, da tempo, ha voluto scolpire le figure dei suoi eroi militari, come De Trizio e De Cillis, oltre che civili, come Sergio Cosmai, nella memoria e nel cuore della comunità attraverso varie forme di valore istituzionale» ha affermato il primo cittadino.

Francesco Spina sottolinea l’impegno della sua amministrazione nel mantenere sempre alto il ricordo dei concittadini caduti nell’esercizio del loro dovere per la patria, dall’intitolazione della ristrutturata caserma dei Carabinieri a Carlo De Trizio, alle cerimonie in memoria di Sergio Cosmai alla prossima intitolazione della scuola in via di costruzione nella zona Seminario a Pierdavide De Cillis.

«L’intento è duplice: garantire una forte unione sociale e mantenere sempre viva la memoria in senso pedagogico per le future generazioni.

Le pagine di storia di Bisceglie e dell’Italia non sono scritte dai nostri concittadini con una penna, ma con il sacrificio delle loro vite. Per questo è dovere dei rappresentanti delle istituzioni rispettare queste figure evitando le strumentalizzazioni ideologiche tipiche dei cattivi politici e raccordandole, invece, ad un più elevato senso della Patria e delle istituzioni repubblicane.

Carlo De Trizio

Carlo De Trizio

Auguro che il sacrificio di Carlo De Trizio e di tanti uomini della nostra terra serva a costruire giovani generazioni per le quali la libertà, la democrazia, il rispetto della legge e delle istituzioni e lo spirito di servizio costituiscano pilastri essenziali del loro agire quotidiano» ha concluso il sindaco.

Carlo De Trizio, 37 anni, effettivo del Nucleo radiomobile di Roma, fu coinvolto nell’esplosione di un ordigno al centro della carreggiata della strada percorsa da un convoglio militare, perdendo la vita.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 28 aprile 2014