IL PIANO REGOLATORE SI ADEGUA AL PIANO URBANISTICO TERRITORIALE PER IL PAESAGGIO DELLA REGIONE PUGLIA

Ambiente / Attualità / Politica // Scritto da Serena Ferrara // 25 marzo 2014

IL PIANO REGOLATORE SI ADEGUA AL PIANO URBANISTICO TERRITORIALE PER IL PAESAGGIO DELLA REGIONE PUGLIA


adeguamento prg

Pianta con gli adeguamenti al PRG

In attesa del PUG, il PRG ancora vigente si adegua alle normative regionali ed in particolar modo al  Piano Territoriale Tematico Paesaggio (PUTT/P).
L’adeguamento d’ufficio passa prima dal vaglio della giunta municipale, che, con delibera del 17 marzo, si è messa in regola con le volontà regionali, adeguando gli strumenti per la trasformazione del territorio, alle attuali esigenze di salvaguardia del paesaggio e delle attività produttive.

Per la variante, sono già stati presi in considerazione gli elaborati del nuovo PUG ed in particolar modo il documento di integrazione al Documento Programmatico Preliminare. Un documento redatto dal gruppo di progettisti e dall’ufficio di piano in conseguenza della deliberazione della Giunta Comunale n. 324 del 19/10/2009 “Esame osservazioni al Documento Programmatico Preliminare” già condiviso in sede di conferenza di copianificazione con l’Assessorato Regionale alla Qualità del Territorio.
Le nuove norme di tutela dei beni paesaggistici comunali individuano e disciplinano il Sistema paesaggistico-ambientale e storico-culturale  locale e promuovono una serie regole di comportamento. Obiettivi, quello di assicurare il rispetto dei cicli biologici della natura tramite la riqualificazione dell’esistente,   potenziare gli ecosistemi naturali e seminaturali,  tutelare di percorsi d’acqua  ai fini di ridurre ogni rischio idrogeologico, promuovere sistemi agricoli dal carattere estensivo e incentrati sulla conservazione della biodiversità colturale,  formare nuove aree verdi pubbliche o di uso pubblico, migliorare la fruizione del patrimonio paesaggistico-ambientale,  incentivare azioni di sistema e di marketing territoriale per la messa in rete del patrimonio culturale e paesaggistico.

“Una vera e propria rivoluzione copernicana voluta dalla mia Amministrazione Comunale – spiega il sindaco Spina – che, liberatasi definitivamente da vecchie logiche politiche, ha il coraggio di adottare un atto che servirà a consegnare ai nostri figli e  alle future generazioni una città in cui l’identità storico-artistico-culturale e la morfologia della natura con le sue caratteristiche ambientali diventino il fulcro di ogni progetto futuro di sviluppo della comunità”.

“Tutela dell’agro,  dei casali, dei ciottoli e della morfologia delle coste, unitamente alla preservazione e al recupero funzionale in senso sociale dei beni culturali della città rappresentano fin dall’inizio del mio primo mandato di sindaco un obiettivo essenziale della mia azione politico amministrativa. Stiamo monitorando costantemente l’acqua che beviamo, l’aria che respiriamo e il nostro mare con progetti di efficientamento dei sistemi di depurazione e di bonifica dall’ amianto delle vecchie condutture degli impianti fognari. Ora occorre lavorare tutti quanti insieme per rafforzare la cultura del rispetto dell’ambiente e della salute dei cittadini con norme urbanistiche chiare e che tengano lontane dalla città idee speculative di tipo ”inceneritoristico” e di cattiva e aggressiva edilizia privata. La delibera di Giunta Municipale verrà presto portata all’approvazione del Consiglio Comunale per far entrare in vigore le norme di salvaguardia, auspicando che la modernità e il coraggio della mia maggioranza vengano condivisi anche dal resto delle forze politiche rappresentate in consiglio comunale. Nel prossimo consiglio comunale lanciamo una sfida chiara per affermare valori importanti per la crescita civile e democratica della nostra comunità e delle future generazioni.”

Gli elaborati  grafici di Adeguamento del P.R.G. al PUTT/P, sono disponibili sul sito web del Comune di Bisceglie all’indirizzo:
http://www.comune.bisceglie.bt.it/portal/page/portal/bisceglie/documentiIstituzionali/pianoUrbanisticoGenerale/adeguamentoPrgAlPuttP

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità / Politica // Scritto da Serena Ferrara // 25 marzo 2014