Il PD primo partito cittadino: le riflessioni di Gianni Naglieri

Politica // Scritto da Serena Ferrara // 2 giugno 2015

Il PD primo partito cittadino: le riflessioni di Gianni Naglieri


Sono parole ancora a caldo, che piovono come fuochi di artificio sui risultati conseguiti dal Partito Democratico a Bisceglie, che sale sul podio di primo partito della città, dopo aver conseguito il 21, 63% dei consensi. “Un risultato tutto nostro” rivendica Gianni Naglieri con la segreteria cittadina capeggiata da Roberta Rigante, evidentemente considerando tra i “nostri” anche coloro i quali si sono spesi, salendo sui palchi e senza nascondersi, per Ruggiero Mennea pu non essendo propriamente mai stati tesserati al Pd (Vincenzo Valente e l’area afferente a Scelta Civica, Gigi di Tullio e il suo elettorato ex PCdI), contribuendo, con ben 1412 voti (a Bisceglie è stato il candidato più eletto) al suo ripescaggio in consiglio regionale.

Di quello che scrive Gianni Naglieri, vale, comunque il contenuto, il sentito ringraziamento all’elettorato, “a tutti coloro che in queste ultime elezioni regionali hanno deciso di esprimere liberamente il proprio voto senza subire il tanto temuto quanto possibile condizionamento dei soliti capo bastone della politica cittadina”.

Da interpretare bene, al netto del voto estremamente interessante riportato dal candidato PdCI Emanuele Arcieri (1004 voti), il resto delle riflessioni, che ignorano anche il passo a gamba tesa tra le forze riformiste di buona parte della maggioranza cittadina. Le riportiamo di seguito:

“Al netto del risultato elettorale registrato emerge la sconfitta senza appello che i Biscegliesi, BAGNI DI FOLLA a parte, hanno voluto decretare al progetto SPINA annichilendo con il loro voto il tentativo di arrembaggio al CSX territoriale. Ben lontani sono i risultati dalle regionali del 2010 allorquando l’Avv. Spina poteva vantare la leadership della città portandosi a casa un risultato prestigioso, quello di ALFONSO RUSSO, con oltre 4500 consensi. Oggi il suo risultato migliore non supera i 1100 consensi.
BISCEGLIE polverizza politicamente SPINA e lo fa irridendone il progetto dell’INVINCIBILE ARMADA, punendolo alla sua stessa maniera, per l’assenza di COERENZA, per il CAOS e il DISORIENTAMENTO creato e generato all’elettorato della città dal continuo TRASFORMISMO, dalle manovre oscure condotte a più mani su più banchi, per il suo RIDONDANTE PRESENZIALISMO, per gli INSUCCESSI GESTIONALI della città, per l’ALCHIMISMO REITERATO di far apparire le cose diverse dal reale, per una proposta di candidati apparsi come PERSONAGGI IN CERCA DI AUTORE o come controfigure di un impresentabile teatrino della politica locale.
Queste elezioni mettono in luce anche il DEFAULT di un altra area politica storica, quella del PARTITO dei COMUNISTI ITALIANI, anch’essi bocciati dalla città con un risultato di poco inferiore al 7%, segno evidente del fatto che la bocciatura ha le sue giustificazioni principalmente in un bisogno REALE di cambiamento generazionale, visto che la proposta della solita minestra riscaldata ha oramai stancato anche i più NUDI e CRUDI appassionati, ma anche, per scelte azzardate ed evidenze discutibili, dalla condivisione del PROGRAMMA POLITICO dell’amministrazione Spina, alla dipartita dell’unico consigliere di opposizione approdato nel gruppo misto consigliare, fino ai melliflui e urticanti contenziosi della ZONA 167 e al degrado diffuso del governo città.
Al dato complessivo il PD di Bisceglie è orgoglioso di aver sostenuto concretamente i propri candidati e di aver contribuito CONCRETAMENTE all’elezione al Consiglio Regionale di FILIPPO CARACCIOLO a cui rivolgiamo affettuosamente le nostre più sincere e sentite congratulazioni, attorno al quale, con l’instancabile contributo e attiva partecipazione dell’On.le FRANCESCO BOCCIA, verrà avviata, nell’ambito del territorio provinciale, una campagna di ascolto e di promozione di una nuova e più rigenerante azione politica, che tenga conto dei concreti bisogni e delle reali possibilità e capacità di sviluppo”.

In un gioco di parole che, chi conosce la frattura interna al Partito Democratico, saprà comprendere bene, Naglieri conclude:

“Questo è il vero PD CHE VOGLIAMO………quello della sua SEGRETERIA e dei propri militanti attivi……..quelli con la schiena dritta che non sono scesi a compromessi con nessuno e che disdegnano di GOVERNARE con chi in continuità amministrativa da oltre 15 anni ha mal amministrato Bisceglie, certi anche del fatto che attraverso un nuovo dialogo con aree politiche nuove e rinnovate tanto negli uomini quanto nelle idee potranno esercitare concretamente ed efficacemente l’OPPOSIZIONE POLITICA al GOVERNO della CITTA’ ma soprattutto esprimere con rappresentatività la FORZA di MAGGIORANZA del GOVERNO REGIONALE e NAZIONALE.
A nulla serviranno le pretestuose dichiarazioni del post voto di chi vorrà far credere altro.
Il risultato del PD è e rimarrà solo del PD di Bisceglie”

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Politica // Scritto da Serena Ferrara // 2 giugno 2015