Il Nettuno chiude l’anno solare con una vittoria fondamentale

Sport // Scritto da Giovanni Recchia // 18 dicembre 2016

Il Nettuno chiude l’anno solare con una vittoria fondamentale

Successo casalingo per i biancazzurri nello scontro salvezza col Carovigno

Nettuno Bisceglie-Real Five Carovigno 6-4

Nettuno Bisceglie: Gangai, Dell’Olio, Salerno, Goffredo, Pedone, De Cillis, Drapni, Colangelo, De Gennaro, Sasso, Landriscina, Cosmai. Allenatore: Bartolo Sasso.
Real Five Carovigno: Romanazzi, Petraroli, Epifani, Giandonato, Rizzi, Blasi, Misuraca, Cecere,Valente, Palma, Arroyo, Turco. Allenatore: Vincenzo Tateo.
Arbitri: Robusto, Nacchiero di Foggia.
Reti: 6°Drapni, 7°Arroyo, 13° De Cillis, 34°Drapni, 43°Cecere, 45°Valente, 46°Goffredo, 50° Misuraca, 51°De Gennaro, 62°De Gennaro.
Note: ammoniti Arroyo, Palma, Cecere e Gangai.

Quarta vittoria in campionato per il Nettuno, che ha regolato il fanalino di coda Real Five Carovigno nel match di recupero della tredicesima giornata del campionato di C1. I sette punti ottenuti nelle ultime tre partite hanno consentito ai biscegliesi (privi di Sergio De Cillis ’92, passato alle Aquile Molfetta)  di risalire al terzultimo posto in classifica.

Un ispirato Drapni ha firmato la rete del 1-0 con un tiro all’incrocio dei pali che ha trafitto l’incerto Romanazzi.  Al 7° gli uomini di Vincenzo Tateo si sono portati sull’1-1 grazie a una giocata personale di Arroyo che si è involato su banda destra facendo partire una conclusione che è passata tra le gambe di Gangai terminando comodamente in rete.

Sergio De Cillis ha siglato il 2-1 su assist di Domenico De Gennaro, risultato sul quale le due contendenti sono rientrate negli spogliatoi per l’intervallo. Il secondo sigillo di Drapni ha consentito ai biancazzurri di allungare sul 3-1 in apertura di ripresa. Un fallo commesso in uscita da Gangai ha comportato l’assegnazione di un rigore per il Real Five Carovigno, trasformato da Cecere.

A metà ripresa Valente ha ristabilito la parità, rotta dall’acuto di Luciano Goffredo servito da De Gennaro. Misuraca, con un fendente dalla distanza, ha impattato ancora: a quel punto Domenico De Gennaro ha fatto la differenza, mettendo a segno i due gol che hanno deciso un match avvincente e per nulla facile, essendosi il collettivo messapico rinforzato nelle ultime settimane. Il Nettuno tornerà in campo sabato 7 gennaio per la trasferta di Andria.




Sport // Scritto da Giovanni Recchia // 18 dicembre 2016