IL MURO DI VILLA FIORI SARA’ ABBATTUTO: IL SINDACO LANCIA UNA RACCOLTA FONDI

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 25 marzo 2014

IL MURO DI VILLA FIORI SARA’ ABBATTUTO: IL SINDACO LANCIA UNA RACCOLTA FONDI


Il muro di Villa Fiori oggi

Il muro di Villa Fiori oggi

Affidata al dott. Gennaro Papagni, l’iniziativa punta alla raccolta di 1 milione di euro. C’è chi però già contesta la cifra troppo esosa.

La risposta del primo cittadino agli appelli ripetuti di Puglia Scoperta e Salviamo il Paesaggio, sollecitati dal Ministero per i Beni Culturali (vedi qui) e dalla Regione Puglia (vedi qui), arriva a sorpresa, quando meno ce la si aspettava.

Il muro di Palazzo Fiori sparirà! Il sospiro di sollievo è collettivo. Soddisfatti i promotori dell’iniziativa  di restituzione alla città della facciata della villa secentesca, sorridenti i partiti che sponsorizzavano i lavori, felici tutti i protagonisti delle videocartoline e i firmatari della petizione, gli inquilini, i vicini e quanti si erano spesi per ridare dignità all’unicum di via Montegrappa.

Il sindaco Francesco Spina ha poi specificato che “l’ingente somma  necessaria per l’espropriazione a norma di legge verrà reperita attraverso un  contributo comunale ma, soprattutto, attraverso l’opera di raccolta fondi che  potrà essere effettuata in modo trasparente da un comitato per la cui presidenza si è invitato il dott. Gennaro Papagni, che tanto si è prodigato per l’opera di sensibilizzazione con una passione da vero e proprio mecenate della cultura biscegliese”.
L’abbattimento di questo muro costerà circa un milione di euro alle casse comunali, considerando i valori reali della zona in questione – ha spiegato  il primo cittadino -. Farò sviluppare un progetto con un piano finanziario specifico e preciso e successivamente inviterò i proponenti a collaborare con  l’amministrazione per il reperimento dei fondi“.

“Villa Fiori, con le proposte in questione, dovrà essere riqualificata  senza far pagare neanche un euro ai cittadini biscegliesi, e come Sindaco della città sarò accanto al comitato per sensibilizzare e agevolare la raccolta  fondi“.

Tra gli ambienti di chi ripetutamente si è occupato del caso – e non si tratta solo dell’associazione Puglia Scoperta – ci si domanda però perché la cifra da raggiungere sia stata giudicata così elevata: perizie informali di tecnici del settore, hanno  in passato valutato che tra esproprio del box e lavori di abbattimento, non si supererebbe la cifra complessiva di 100.000 euro. Cifra che il Comune potrebbe  recuperare senza ricorso alle incertezze di un fundraising estremamente difficile e di poche speranze.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 25 marzo 2014