Il graffio del gattino / Pensioni

Il Graffio del Gattino / Rubriche // Scritto da Nicola Ambrosino // 2 dicembre 2014

Il graffio del gattino / Pensioni


Il gattino di Bisceglie in Diretta torna a graffiare sul tema del lavoro e in particolare questa volta sulle pensioni, mettendo in luce la disparità di trattamento che lo Stato riserva ai cittadini. L’amara constatazione ha come bersaglio  il politico di turno che, per essere stato seduto alla sua poltrona per pochi anni, potrà godere di un bel gruzzoletto alla faccia di tuti gli italiani che faticano per riempire il salvadanaio e chissà se mai lo potranno svuotare.

Buona lettura

Grazia Pia Attolini

PENSIONI

di Nicola Ambrosino

Mio padre ha lavorato cinquant”anni,
tra lacrime, patemi e mille affanni,
per prender di pensione, a fine mese…
seicento euro netti , senza spese.

Io, che mi ritengo fortunato…
poiché un buon lavor, l’ho almen trovato,
verso contributi, ma non so…
se una pensione, forse, prenderò!

Mio figlio, che va in cerca di lavoro,
fa precariati, ma senza decoro;
non fa neanche un piccol versamento,
per creare un fondo d’accantonamento.

Poi vedo consiglier di ogni regione,
accantonar da parte una pensione
per aver sol qualche anno lavorato…
mi vien da bestemmiar…a perdifiato!




Il Graffio del Gattino / Rubriche // Scritto da Nicola Ambrosino // 2 dicembre 2014