Il graffio del gattino / GLI ASSASSINI DELLA COSTITUZIONE

Il Graffio del Gattino / Rubriche // Scritto da Nicola Ambrosino // 5 maggio 2015

Il graffio del gattino / GLI ASSASSINI DELLA COSTITUZIONE


Feroce e pungente la nuova satira di Nicola Ambrosino che in rima graffia la classe politica dopo gli ultimi fatti di attualità. Se l’Italicum, il nuovo sistema elettorale, è legge, coloro (in 334) che l’hanno votato sono “assassini della Costituzione”, dice Ambrosino.

Buona lettura

Grazia Pia Attolini 

GLI ASSASSINI DELLA COSTITUZIONE

di Nicola Ambrosino 

In tale giorno infausto, proprio in questo qui,
la Costituzione è morta, uccisa dal Piddi;
trecentotrentaquattro son stati gli assassini,
uniti e ben compatti, che definiam lecchini.

L’opposizione imberbe, con aria triste e truce,
ha protestato fuori, gridando: “Duce! Duce!”.
Il Presidente, invece, di questo vil Governo,
ha lesto dichiarato: Non Duce! Padreterno!”.

In un vestitino rosso, serafica una donna,
insiem ha fatto parte, nel ruol della Madonna;
urlando ai quattro venti: “Il fato s’è compiuto”,
“Abbiamo completato, di Gelli, il pian voluto”.

Ora non ci resta che in Mattarell sperare,
chiediamogli, compatti “Le dico, non firmare!”
Sarà fiato sprecato? Ebben, infin vedremo;
ma una cosa è certa: “Piddi NON voteremo!”.




Il Graffio del Gattino / Rubriche // Scritto da Nicola Ambrosino // 5 maggio 2015