Il graffio del gattino / Atturne alla tavue

Il Graffio del Gattino / Rubriche // Scritto da Nicola Ambrosino // 3 maggio 2015

Il graffio del gattino / Atturne alla tavue


Sono uscite le liste dei candidati biscegliesi, alle prossime elezioni regionali. La “tavola” è stata già apparecchiata e tutti si sono posizionati lì intorno, per mangiare lautamente, nel piatto regionale.
L’elettore, visto il menù e le portate, decide…di rimanere a dieta!

Atturne alla tavue (Intorno alla tavola)

di Nicola Ambrosino

Carisséme améce, ònne assìute re liste,

stà ce à passòte da déstre a senistre;
ce, pe ne pacche de cicére e paste,
à ditte all’améce: “Me mètte ié all’aste!”.

U ceccenéite pe tutte stè prònde,
pe chenzegliéire e assessore de pònde;
déce ògned’ìune: “Pe mè dó cè stà?”;
chèssa respóste…se sénde in Città.

Dicéne tutte… in “perfètte itagliane…
stè prònde ne piatte di tagliatelle…”Emigliane!”.
“Ce pó nan t’asséde alla tavue a mangiò…
me spiòce, tutudde, nan póute votò!”

“Stè fóre o balcóne, a guardò…il firmamento,
sò cinghe re stèlle, ma non cè…”nutrimento!”;
Ce pó te decéde a votò pe Schettudde…
remène descìune e nan mènge chiù nunde!”.

“E’ pìure schenzòte…ogni maccherone,
ce mènge ìnde o piatte…della Poli Bortone;
dò s’à squagghiòte la bbèlla gebbènze…
u piatte à scelòte ed è sènza sostènze!”.

“E allóre ce chèsse, è a cusse moménde…
la sóla mangiòte, che passe u chemménde…
a mè nan me piòce dó cusse Menù…
fazze la diète…e non ci penso più!”.




Il Graffio del Gattino / Rubriche // Scritto da Nicola Ambrosino // 3 maggio 2015