BISCEGLIE-FIDELIS ANDRIA 2-3

Sport // Scritto da Vito Troilo // 21 dicembre 2014

BISCEGLIE-FIDELIS ANDRIA 2-3


PREMERE IL TASTO F5 PER AGGIORNARE LA DIRETTA

Bisceglie-Fidelis Andria 2-3

Bisceglie: Licastro, Lacriola, Esposito, D’Ancora, Lanzolla (dal 72° Riccio), Anaclerio, Guadalupi (dal 72° Chiaria), Logrieco, Lacarra, Zotti, Presicce (dal 55° Patierno). Allenatore: Claudio De Luca. A disposizione: Vicino, Gambuzza, Viscuso, Colia, Abbinante, Lanzillotta.
Fidelis Andria: Cilli, Lavopa, Saias, Matera, Bova, Allegrini (dal 46° Aprile), Strambelli, Lorusso, Olcese, Lattanzio (dall’80° Volpicelli), Moscel)i (dal 91° Piccinni(. Allenatore: Giovanni Langella. A disposizione: Simone, Di Ronza, Disanto, Piccinni, Giraldi, Volpicelli, Oliveira, Grimaldi.
Arbitro: Matteo Marchetti di Ostia Lido. Assistenti: Nicola Nevio Spiniello di Avellino, Alessandro Lombardi di Castellammare di Stabia).
Reti: 21° Lattanzio, 39° D’Ancora, 43° Lattanzio, 52° Presicce, 88° Moscelli.
Note: spettatori 3000.Calcio d’angolo: 4-2. Ammoniti: Allegrini, Guadalupi, Lanzolla, Saias. Espulso Olcese al 67° per proteste.

SERIE D, GIRONE H – 16a giornata
Bisceglie-Fidelis Andria 2-3 (21° Lattanzio. 39° D’Ancora, 43° Lattanzio, 52° Presicce, 88° Moscelli)
Brindisi-Arzanese 5-1 (7°, 11°, 61° Molinari, 34° Varsi, 44° Barone, 90° Ancora)
Pomigliano-Monopoli 1-1 (24° Manzo, 94° Di Finizio)
Cavese-Potenza 2-3 (2° De Rosa, 8° Palumbo, 26° Di Senso, 40° Palumbo, 75° Allegretta)
Francavilla-Sarnese 0-1 (40° rigore Esposito)
Gelbison- Grottaglie 3-1 (27° Santonicola, 40° Varriale, 49° Faccini, 65° Bovi)
Manfredonia-San Severo [ore 16:00] 2-1 (4° Florio, 19° Bozzi, 27° rigore Bozzi)
Puteolana-Taranto 0-4 (8°, 53° Prosperi, 24° rigore Genchi, 84° Giglio)
Scafatese-Gallipoli 1-0 (45° rigore Marcucci)

Classifica
Fidelis Andria 39; Potenza 34; Bisceglie 33; Taranto 30; Brindisi, Gelbison 28; Cavese, Gallipoli, Sarnese 25; Francavilla 21; Manfredonia 18; Monopoli 17; , Grottaglie 15; Pomigliano 14;  San Severo 12; Scafatese, Puteolana, Arzanese 9.
Penalizzazioni: Grottaglie -1, Cavese -5.

Una sconfitta dolorosa, che dovrà far riflettere profondamente.

Finisce al “Gustavo Ventura”. Bisceglie-Fidelis Andria 2-3.

93° – Corner per i nerazzurri, con Licastro in area andriese. Rimpallo che favorisce gli ospiti. Rimessa da fondo.

92° – Cross dalla sinistra di Anaclerio che si perde sul fondo.

91° – Piccinni sostituisce il match winner Moscelli.

90° – Chiaria si avvita su un cross dalla destra ma la sua mira non è precisa. Quattro minuti di recupero.

89° – Doccia fredda per i nerazzurri.

88° – Fantastica punizione di Moscelli che indovina una traiettoria imparabile per Licastro. Palo interno e rete. Bisceglie-Fidelis Andria 2-3.

88° – GOL ANDRIA!

87° – La Fidelis Andria guadagna secondi preziosissimi con un calcio piazzato dalla trequarti.

86° – Entrata di Strambelli su D’Ancora non ravvisata dalla terna arbitrale.

84° – Volpicelli se ne va sulla sinistra e conquista il secondo calcio d’angolo per gli ospiti.

82° – Pallone per due volte nell’area andriese. Chiaria, Esposito e Patierno non riescono ad approfittarne,

80° – Riccardo Lattanzio esce (molto lentamente…) rilevato da Volpicelli.

77° – Il terreno di gioco abbastanza pesante è un alleato degli ospiti, che provano a uscire dal guscio.

76° – Il tempo trascorre. A terra un calciatore biancazzurro.

74° – Fase di stanca del match. Il Bisceglie si prepara al forcing finale.

71° – Logrieco, sugli sviluppi del corner, calcia da lontano centralmente. Cilli blocca.

70° – Riccio rileva Lanzolla (già ammonito). Debutto per Roberto Chiaria che ha rimpiazzato Guadalupi.

70° – Punizione di Zotti, Patierno di testa prolunga, sugli sviluppi Lacarra guadagna un corner.

69° – Ammonito Saias per una brutta entrata su Patierno.

68° – Bisceglie obbligato a sfruttare la situazione!

67° – L’attaccante italo-argentino protesta in modo molto vibrante con Marchetti che lo espelle senza esitare. Bisceglie in superiorità numerica.

67° – ANDRIA IN 1o! ESPULSO OLCESE!

65° – Calcio piazzato dalla trequarti pericolosissimo di Zotti per Patierno che si coordina e conclude sull’esterno della rete da pochi passi. Il gioco era però fermo per off side.

64° – Clima tesissimo. Fallo di mani di un Lanzolla su un lancio dalla trequarti ospite. Proteste della Fidelis che ha chiesto l’espulsione dell’atleta. Marchetti ha deciso di ammonirlo. Lanzolla non era comunque l’ultimo uomo.

62° – Il Bisceglie avanza il baricentro dell’azione e continua a fare possesso.

59° – Buona chance per Patierno che si gira in area ma la sua conclusione è respinta col corpo da un difensore andriese.

57° – Raggiunto il pareggio, l’impressione è che il Bisceglie voglia subito spingere per trovare il vantaggio.

55° – Patierno rileva Andrea Presicce, autore del gol del 2-2.

55° – Pronto Cosimo Patierno, primo sostituto nerazzurro.

55° – Gran recupero di Anaclerio su Moscelli che commette un fallo di frustrazione.

54° – Esterno destro debole di Zotti. Facile per Cilli.

52° – Destro imprendibile di Presicce su assist delizioso di Lacarra. Bisceglie-Fidelis Andria 2-2!

52° – GOL BISCEGLIE!!!

51° – Destro di Strambelli che sfila sull’esterno della rete. Il Bisceglie non sembra ancora reagire.

49° – Inizio di ripresa tutt’altro che cattivo dei nerazzurri. E’ necessaria una scossa.

48° – Primo cartellino giallo del match per i padroni di casa. Ammonito Mirko Guadalupi.

46° – Aprile ha rilevato l’infortunato Jimmy Allegrini, ex di turno.

Gioco ripreso al “Gustavo Ventura”. I risultati parziali dagli altri campi sfavoriscono un Bisceglie generoso ma molto deludente nel primo tempo.

45° – Si conclude il primo tempo. Bisceglie-Fidelis Andria 1-2. Capolista cinica e spietata, nerazzurri brutta copia della squadra ammirata nel primo scorcio di stagione e i meriti degli avversari c’entrano poco.

43° – Per la prima volta il Bisceglie subisce due reti in casa nel campionato in corso.

43° – Lancio di Strambelli dalla destra verso il secondo palo, Lattanzio completamente indisturbato calcia da pochi passi al volo e beffa ancora una volta Licastro. Bisceglie-Fidelis Andria 1-2.

43° – GOL FIDELIS ANDRIA!

40° – Pareggio assolutamente meritato per i nerazzurri, che avevano pagato a caro prezzo le poche incertezze del pacchetto arretrato.

39° – D’Ancora su cross dalla sinistra pareggia i conti. Tripudio al “Gustavo Ventura”. Bisceglie-Fidelis Andria 1-1.

39° – GOL BISCEGLIE!

39° – Irresistibile Pierino Zotti, salta anche Cilli con un lob in uscita ma un difensore andriese salva sulla linea.

38° – Bordata di Presicce da oltre 30 metri. La palla sibila la traversa.

37° – Mister Claudio De Luca inverte gli esterni d’attacco: Pierino Zotti agirà sulla destra, Andrea Presicce sulla sinistra.

36° – Calcio piazzato dalla tre quarti per il Bisceglie. Zotti calibra un cross sul quale la difesa ospite allontana. Sugli sviluppi dell’azione Lanzolla fa partire un traversone sbilenco.

34° – La Fidelis Andria ha impostato senza particolari fronzoli la sua gara tutta di contenimento e ripartenze.

32° – Punizione da oltre 35 metri di Strambelli che si schianta sulla barriera.

30° – Sembra poco comprensibile, a questo punto della gara, la scelta di rinunciare a Michele Lanzillotta, titolare inamovibile fin dalla prima partita.

28° – Generoso forcing dei nerazzurri che attaccano, purtroppo senza una precisa idea del da farsi.

26° – Il Bisceglie continua a guadagnare il fondo sul fronte destro d’attacco ma i cross di Presicce non trovano calciatori nerazzurri pronti a sfruttarli.

24° – Gara durissima, caratterizzata da numerosi interventi al limite.

23° – Contropiede ospite con un calciatore nerazzurro a terra. Lattanzio conclude ma il tiro è smorzato e Licastro blocca il pallone.

21° – Rete dell’ex. Il Bisceglie prova subito a reagire ma il cross di Presicce dall’out destro è troppo alto per Lacarra.

21° – Riccardo Lattanzio, servito da Olcese, si libera di un avversario e con un sinistro all’angolino supera Licastro. Bisceglie-Fidelis Andria 0-1.

21° – GOL DELL’ANDRIA!

19° – Ottima chance per Olcese che, servito da Moscelli, si libera di un avversario con una finta e rientra sul destro, concludendo malamente fuori con un rasoterra debole sul quale peraltro Licastro era piazzato.

18° – Lattanzio a terra. Gioco fermo, interviene lo staff medico della Fidelis Andria.

16° – La Fidelis Andria prova a proporsi per la prima volta a pieno organico nella metà campo nerazzurra.

15° – Colpo di testa di Lacarra debole. Cilli para senza difficoltà.

13° – Cross di Zotti respinto di testa da Allegrini, Guadalupi si coordina da 20 metri ma il suo destro a giro esce sul fondo.

12° – I nerazzurri continuano a fare la partita attaccando senza riuscire però a far girare palla con la solita fluidità. La Fidelis si difende con ordine. Presicce conquista il secondo corner per il Bisceglie.

10° – Bisceglie ancora pericoloso sugli sviluppi di una palla inattiva. Logrieco si è ritrovato il pallone fra i piedi dall’interno dell’area di rigore ma ha concluso debolmente.

9° – Le due squadre non si risparmiano fin dai primissimi minuti. E’ il Bisceglie a fare la gara. Cilli deve uscire due volte su traversoni dei nerazzurri.

8° – Palla tesissima respinta da Saias, accorre sulla palla un calciatore biscegliese ma non riesce a calciare bene.

7° – Zotti sulla sinistra cerca e trova la deviazione di un difensore andriese. Angolo.

6° – Tiro dalla bandierina teso, palla allontanata senza intoppi dalla difesa di casa. Sulla ripartenza duro fallo di Lavopa su Zotti a metà campo.

5° – Cross di Zotti allontanato da Allegrini, sul capovolgimento di fronte Moscelli guadagna il primo corner del match.

4° – Calcio piazzato per i nerazzurri dalla trequarti.

3° – Battuta a rete senza pretese di Nicola Strambelli. Pallone fuori bersaglio.

2° – Bisceglie due volte propositivo con un altro cross e un tiro strozzato di Logrieco,

1° – Schieramenti confermati: Bisceglie col 4-3-3, Andria col 4-2-3-1. Cilli esce subito in presa su un cross dalla sinistra.

Ore 14:34 – Calcio d’inizio, palla fra i piedi dei calciatori ospiti.

Ore 14:29 – Le squadre hanno fatto il loro ingresso in campo. Tutto pronto per l’inizio del match.

Ore 14:25 – Emozionante cornice di pubblico. Massima tranquillità sugli spalti. Ospite d’onore il presidente del Bari calcio Gianluca Paparesta.

Ore 14:22 – Tutto pronto per quello che si preannuncia come uno spettacolo sul rettangolo di gioco.

Ore 14:20 – “Gustavo Ventura” sempre più gremito. Almeno 2500 gli spettatori presenti.

Ore 14:17 – Giancarlo Favarin, tecnico biancazzurro che non sarà in panchina a causa di una squalifica, schiera la Fidelis con il consueto 4-2-3-1, con Strambelli, Lattanzio e Moscelli alle spalle dell’italo-argentino Olcese.

Ore 14:15 – Ecco le formazioni. Mister Claudio De Luca lascia Michele Lanzillotta in panchina. Angelo Logrieco giocherà a centrocampo.

Ore 14:12 – Già presenti oltre 2000 spettatori. L’accesso del pubblico prosegue senza particolari intoppi.

Ore 14:08 – Riscaldamento pregara in corso per le due compagini, piazzate sugli angoli opposti.

Ore 14:07 – Le formazioni non sono ancora giunte in tribuna stampa.

Ore 14:04 – Il terreno di gioco sembra in buone condizioni malgrado la pioggia caduta incessantemente fra le 11:00 alle ore 12:30.

Ore 14:02  – Tribuna equamente suddivisa fra le due sponde.

Ore 14:00 – Stracolmo il settore ospiti, occupato dai tifosi andriesi.

Ore 13:55 – 25 anni dopo, torna il derby Bisceglie-Andria. Spalti già abbastanza gremiti al “Gustavo Ventura” per il big match fra prima e seconda in classifica nel girone H del campionato di Serie D.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 21 dicembre 2014