Il Comitato Cinque Stelle torna a chiedere al comune colonnine a costo zero per le auto elettriche

Ambiente // Scritto da Serena Ferrara // 26 gennaio 2017

Il Comitato Cinque Stelle torna a chiedere al comune colonnine a costo zero per le auto elettriche

Protocollata una nuova richiesta al primo cittadino, ad un mese dalla precedente

Il Comitato 5 stelle Bisceglie torna a scrivere al sindaco Francesco Spina per chiedere di installare, in aree strategiche della città, di punti di ricarica dei mezzi elettrici.

Presenti in 93 province (di cui in Puglia a Bari, a Foggia, Lecce e nel tarantino) e 931 città,  le colonnine elettriche sono ancora sconosciute alla Bat. Laddove a Roma 150 colonnine furono installate quasi due lustri fa, nessuno ha ancora pensato di incentivare la mobilità sostenibile nella provincia turistica di Federico II.

I gestori di energia in tempi brevi e con accordi a costo zero per le casse comunali, promettono di incentivare il lato green di ogni città, sviluppando forme di mobilità alternativa come  car pooling, car sharing e mobilità istituzionale a zero emissioni che fanno bene al portafogli, all’immagine, all’ambiente.

Una volta installate le colonnine, secondo i promotori dell’iniziativa, il Comune dovrebbe solamente occuparsi di rilasciare ai possessori di veicoli elettrici una smart card o una chiave wireless, in grado di sbloccare il dispositivo in presenza di un veicolo elettrico.

Al resto ci penserebbe il fornitore di energia, che ha tutto l’interesse a fare in modo che si diffonda la moda del “combustibile elettrico” al posto di quello tradizionale.

Il Comitato Cinque Stelle chiede anche l’operatività della misura, già deliberata dal comune con delibera di giunta n. 70 del 24/03/2016, relativa alla gratuità degli stalli a pagamento per tutti i possessori di auto elettriche e in tutta la città, oltre al libero accesso delle stesse alla ZTL.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente // Scritto da Serena Ferrara // 26 gennaio 2017