Il club Unesco promuove a Napoli una mostra d’arte contemporanea Italia – Polonia

Cultura / Eventi // Scritto da Serena Ferrara // 7 settembre 2015

Il club Unesco promuove a Napoli una mostra d’arte contemporanea Italia – Polonia


“ISTANT processi paralleli”. Rende ben chiara l’idea degli obiettivi degli organizzatori, il nome della mostra d’arte contemporanea Italia – Polonia che i club Unesco di Napoli e Bisceglie, presieduti da Pina Catino e Fortunato Danise, inaugureranno l’11 settembre presso la Cappella di San Gennaro a Napoli.

Nell’anno internazionale della luce, è la luce l’elemento principale su cui il progetto Unesco intende riflettere, a partire dalla  Giornata Internazionale della Pace, al fine di indagare sul legame polacco con la Puglia e con Napoli,  caratterizzati da secoli di storia. «I colori della bandiera polacca – spiegano gli organizzatori – si devono a Bona Sforza, regina di Polonia e duchessa di Bari, che ha fornito un importante contributo culturale ed artistico. A Brindisi presso l’Aeroporto Militare dove ha sede la base operativa di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite, una targa marmorea ricorda gli eroici piloti polacchi ed alleati della squadriglia polacca che dall’ aeroporto militare di Brindisi volarono dal dicembre 1943 verso la Polonia invasa dal nemico con aiuti per i patrioti combattenti. I soccorsi aerei ebbero un significato speciale per coloro che il 1° agosto 1944 insorsero contro gli occupanti nazisti a Varsavia, prima capitale europea ad essersi sollevata in armi per la riconquista della liberta’ in nome della solidarieta’ e della collaborazione tra i popoli d’Europa. A Casamassima in provincia di Bari, ogni anno, il 2 novembre, nel Cimitero Militare Polacco, alla presenza dell’Ambasciatore della Repubblica di Polonia, si commemorano i Polacchi Caduti per la Libertà dei popoli durante l’ultimo conflitto mondiale. Napoli, città cosmopolita, capitale morale del Mezzogiorno d’Italia e capitale mondiale delle Culture 2013, aperta agli scambi culturali. Gustaw Herling, uno dei più importanti scrittori polacchi del Novecento, fondatore della rivista Kultura, tenne viva la cultura polacca a Napoli mentre in patria la dittatura sovietica la stava distruggendo. Egli Sposò una figlia di Benedetto Croce e scrisse molti romanzi in italiano. Morì a Napoli nel 2000, avendo visto -finalmente- realizzarsi la libertà per il suo Paese.

L’idea di una mostra di artisti italiani e polacchi nasce oltre che dai profondi legami storici, dai rapporti di studio e ricerca artistica universitaria Italia-Polonia e dal proficuo dialogo del curatore della mostra dott Angelo Perrini, Socio del Club UNESCO di Bisceglie, con la Prof.ssa Urzula Ślusarczyk Direttore artistico dell’Istituto di Belle Arti dell’Università Jan Kochanowski di Kielce in Polonia, auspice il dott. Antonio Russo».

Alla mostra prenderanno parte gli artisti Giuseppe Carlucci – Łukasz Gil – Tycjan Knut – Dariusz Mlącki – Angelo Perrini – Antonio Perrini – Antonio Russo – Urszula Ślusarczyk – Arkadiusz Sędek – Michele Volpicella.

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Cultura / Eventi // Scritto da Serena Ferrara // 7 settembre 2015