Igiene urbana: torna il firmaday dei Cittadini a 5 Stelle per la “tariffa puntuale”

Ambiente / Attualità / Politica // Scritto da Serena Ferrara // 5 luglio 2016

Igiene urbana: torna il firmaday dei Cittadini a 5 Stelle per la “tariffa puntuale”


A pochi giorni dall’avvio ufficiale del nuovo contratto di igiene urbana con la CamassAmbiente, che ha vinto la gara d’appalto per la gestione settennale del contratto di raccolta e smaltimento rifiuti su tutto il territorio comunale, i Cittadini a 5 Stelle in MoVimento ripropongono il firmaday per la cosiddetta “tariffazione puntuale”.

Si tratta di una “tariffa personalizzata” che permette a ciascun utente di pagare in base alla quantità e alla qualità di rifiuti conferiti. Viene insomma  contabilizzata la produzione effettiva di rifiuti, in particolar modo l’indifferenziato, stimolando il cittadino ad effettuare una corretta raccolta differenziata.
I risultati del nuovo sistema di tariffazione, sono già stati sperimentati con successo a  Parma (190.000 abitanti, 72% di RD raggiunti nel primo semestre), Trento (120.000 abitanti, 85% di RD) e vari consorzi di Comuni nelle Province di Padova, Vicenza, Treviso, Torino, dove i livelli di differenziata hanno raggiunto cifre vertiginose, superiori all’85% della produzione di rifiuti pro capite.
«Solo attraverso l’introduzione di una tariffazione sui rifiuti personalizzata, cioè calcolata sul reale bisogno e utilizzo del servizio da parte degli utenti, famiglie e aziende, possiamo avere una tariffa più equa, con risparmi effettivi per il comune», spiegano i Cittadini a 5 Stelle. 

«Per questo – aggiungono – chiediamo a tutti i biscegliesi di unirsi a noi affinché il Comune di Bisceglie deliberi sull’adozione della Tariffa Puntuale, non potendola portare direttamente in discussione a Palazzo San Domenico, in quanto il  MoVimento 5 Stelle pnon fa parte del Consiglio Comunale di Bisceglie».

Il 17 luglio, i Cittadini a 5 Stelle torneranno pertanto in piazza (Piazza Vittorio Emanuele, lato Bar Jolly) dalle 19.00 alle 23.00 per raccogliere sottoscrizioni alla proposta. Obiettivo da raggiungere: 1.000 firme. Solo dopo averle raccolte, la proposta potrà essere formalizzata e poi votata nel primo consiglio comunale dai rappresentanti dei cittadini.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità / Politica // Scritto da Serena Ferrara // 5 luglio 2016