Clownterapia, alla conferenza internazionale di Firenze anche la delegazione andriese attiva a Bisceglie

Attualità // Scritto da Cinzia Montedoro // 27 ottobre 2014

Clownterapia, alla conferenza internazionale di Firenze anche la delegazione andriese attiva a Bisceglie


Si è tenuta a Firenze, presso l’ospedale Meyer, la prima conferenza internazionale sui clown ospedalieri in pediatria. L’evento, organizzato dal servizio di terapia del dolore e cure palliative, ha ospitato medici, psicologi, infermieri e clown professionisti da 12 nazioni.

La conferenza è stata articolata in due giornate, la prima dedicata alla formazione e alla ricerca nel settore, la seconda riservata alla presentazione di uno studio su diversi ambiti che spaziano dall’impiego dei clown ospedalieri per ridurre l’ansia preoperatoria (dei bambini e dei genitori), ai loro effetti durante gli esami invasivi sui piccoli pazienti sottoposti alla chemioterapia, alle ricadute sul livello del dolore percepito.

La presenza del clown professionista nelle corsie di un ospedale prima di un intervento chirurgico ha il potere di ridurre notevolmente l’ansia pre-operatoria, più degli effetti della somministrazione di un farmaco ansiolitico; da questo dato e da molti altri fattori è emersa la necessità di istituire un albo di professionisti clown, per tutelare anche i degenti da soggetti che si fingono clown dottori solo per truffare le strutture ospedaliere.

Presente per l’occasione anche l’associazione andriese “In compagnia del sorriso” composta da 25 clown dottori professionisti e volontari che, dopo aver svolto un lungo percorso di formazione e tirocinio sono entrati a far parte della Federazione Nazionale dei clown. I componenti seminano sorrisi nelle corsie degli ospedali di Andria, Bisceglie e Barletta, con l’incoraggiamento e il patrocinio della Asl Bat. Il direttore generale Giovanni Gorgoni  ha recentemente premiato i clown dottori con un diploma per il servizio svolto negli ospedali del territorio, ricordando che essi sono i primi e gli unici autorizzati a operare, avendo sottoscritto un protocollo di intesa con l’Asl Bat già da un anno.

Tra gli ospiti d’onore della conferenza di Firenze c’era Michael Christensen, padre del metodo fatto proprio anche dal Meyer e fondatore del Big Apple Circus Clown Care Unit di New York.

Chiunque volesse aiutare i 25 clown dottori a formarsi può inviare un libero contributo a “In Compagnia del Sorriso” con causale “Contributo per la formazione dei clowndottori” alle coordinate bancarie IT14R0760104000001022679813.




Attualità // Scritto da Cinzia Montedoro // 27 ottobre 2014