I LIONS SI ARRENDONO AL SUPPLEMENTARE NEL BIG MATCH DI MONTEGRANARO

Sport // Scritto da Vito Troilo // 15 gennaio 2017

I LIONS SI ARRENDONO AL SUPPLEMENTARE NEL BIG MATCH DI MONTEGRANARO

Sconfitta tra mille rimpianti per i nerazzurri, la cui candidatura per il secondo posto è sempre più autorevole

Montegranaro-Lions Bisceglie 84-74 d1ts

Montegranaro: Diomede 20 (4-7, 0-2), Bedetti 11 (5-6, 0-2), Gueye 8 (1-6, 2-5), Broglia 20 (4-8, 2-2), Dip 11 (5-11), Di Viccaro 8 (1-2, 1-4), Marzullo 2 (1-1, 0-1), Paesano 4 (2-2, 0-5), Callara. N.e.: Milojevic. Allenatore: Gabriele Ceccarelli.
Lions Bisceglie: Cucco 15 (3-8, 2-6), Bruno 12 (3-5, 1-3), Potì 11 (1-5, 3-8), Leggio 11 (1-3. 3-4), Antonelli 12 (6-11, 0-1), Di Emidio 8 (3-5, 0-2), Bartolozzi 5 (2-3), Chiriatti (0-3 da tre). N.e.: Comollo, Totagiancaspro. Allenatore: Domenico Sorgentone.
Arbitri: Roca, Rodia di Avellino.
Parziali: 20-22; 33-36; 55-53; 68-68.
Note: usciti per cinque falli Bruno, Leggio. Fallo antisportivo: Bruno (4°), Di Viccaro (11°). Fallo tecnico: Broglia (40°). Tiri da due: Montegranaro 23-43, Lions Bisceglie 19-40. Tiri da tre: Montegranaro 5-21, Lions Bisceglie 9-27. Tiri liberi: Montegranaro 23-24, Lions Bisceglie 9-15. Rimbalzi: Montegranaro 38 (28+10, Dip 11), Lions Bisceglie 31 (25+6, Antonelli 11). Assists: Montegranaro 19 (Broglia 7), Lions Bisceglie 12 (Antonelli 5).

Le opposte ostinazioni di Montegranaro e Bisceglie hanno dato vita a un braccio di ferro senza esclusione di colpi. L’hanno spuntata i veregrensi, con un energico strattone nella fase conclusiva dell’overtime. Livido da grande battaglia per i Lions, sconfitti ma non vinti sul parquet della “Bombonera”: il team guidato da Domenico Sorgentone ha mostrato i muscoli sul campo della squadra più forte del girone D e rientra in Puglia col rimpianto di una supersfida persa in realtà con uno scarto di gran lunga minore rispetto allo score del tabellone.

Buon approccio al match del collettivo nerazzurro, che ha recuperato lo 0-5 iniziale impattando grazie a una tripla di Tato Bruno (11-11). In luce, nella prima frazione, un chirurgico Manuel Diomede (8 punti con 6/6 dalla lunetta), poi costretto a uscire gravato di due penalità. Primo canestro pesante di Alessandro Potì e sorpasso nerazzurro all’8° (15-18).

Break Lions in apertura di seconda frazione, confezionato da Edoardo Di Emidio col supporto di Riccardo Bartolozzi: 22-26 e timeout chiamato da coach Ceccarelli. Due canestri consecutivi di Marco Cucco hanno dato agli ospiti il +9 (22-31), massimo divario dell’intero confronto. Replica veregrense con Broglia dalla lunga distanza e Bedetti (27-31). Buona notizia per Bisceglie il prematuro terzo fallo di Ousmane Gueye (16°), cui però è seguito il medesimo provvedimento ai danni del capitano Andrea Chiriatti.

Due triple consecutive di Gianmarco Leggio hanno aperto la terza frazione (35-42). Risposta della compagine di casa: 11-4 e aggancio riuscito. La partita è cresciuta per ritmo e agonismo: Gueye, dal perimetro, ha firmato il sorpasso della capolista (53-50) ma Alessandro Potì, glaciale, ha di nuovo impattato. Il giovane Marzullo, in contropiede a fil di sirena, ha siglato il 55-53.

Ultimo periodo contrassegnato dal tentativo della compagine locale di mettere le mani sul match (60-55 al 32°). I nerazzurri non hanno mollato la presa, riprendendo contatto grazie all’intensità difensiva (64-63 con un canestro dalla media di Riccardo Antonelli). Ultimi tre minuti sul filo dell’equilibrio e di suspance: Broglia si è confermato preciso dalla lunetta (ha il 100% in campionato) riportando Montegranaro sul +3 (66-63), Gueye ha recuperato un pallone pesantissimo e realizzato in contropiede (68-63). Cucco e Antonelli hanno nuovamente accorciato sul -2 (68-66). L’errore di Gueye ha concesso ai nerazzurri il possesso che Tato Bruno ha sfruttato chiudendo una fantastica penetrazione col canestro del 68 pari a otto secondi dal termine. Difesa impeccabile dei Lions, palla recuperata con 3” da giocare e tiro della disperazione di Potì sul ferro: overtime.

Gianmarco Leggio ha subito graffiato dall’arco dei 6,75 (68-71). L’infallibile Broglia è andato ancora a segno dalla linea della carità e in entrata, siglando un ulteriore sorpasso marchigiano ma Potì, ancora dalla lunghissima distanza, ha ridato il +2 a Bisceglie (72-74). Pesantissima la tripla dell’esperto Di Viccaro (75-74 a -1’40”), cui è seguita la rubata e l’azione 2+1 di Manuel Diomede (78-74). 2/2 anche per Di Viccaro dalla lunetta, +8 firmato da Bedetti a 35” dalla sirena e 2/2 di Diomede ancora dalla lunetta per un parziale di 12-0 che ha spaccato la sfida, consacrando al tempo stesso il meritato primo posto di Montegranaro e l’autorevole candidatura dei Lions alla seconda posizione.

SERIE B – girone D
16ª giornata
Venafro-Senigallia 78-69
Matera-Monteroni 117-76
Montegranaro-Lions Bisceglie 84-74 d1ts
Taranto-San Severo 42-56
Rimini-Perugia 69-61
Pescara-Giulianova 96-65
Ortona-Porto Sant’Elpidio 70-82
Isernia-Campli 67-70

CLASSIFICA (vinte-perse) Montegranaro 14-1 Lions Bisceglie, Pescara, Campli 12-4 San Severo 11-5 Matera 10-5 Porto Sant’Elpidio 10-6 Rimini 9-7 Senigallia 6-9 Giulianova 6-10 Isernia, Ortona, Taranto 5-10 Perugia, Monteroni 3-13 Venafro 1-13

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 15 gennaio 2017