I LIONS PASSANO ANCHE A SENIGALLIA E CONSOLIDANO IL SECONDO POSTO

Sport // Scritto da Vito Troilo // 26 febbraio 2017

I LIONS PASSANO ANCHE A SENIGALLIA E CONSOLIDANO IL SECONDO POSTO

I nerazzurri finiscono sotto anche di 17 ma non si scompongono, rimontando e svoltando la gara nel terzo periodo. Ora testa alla Final Eight di Coppa Italia

Senigallia-Lions Bisceglie 82-94

Senigallia: Gnaccarini 4 (2/3, 0/3), Giampieri 18 (2/4, 3/10), Maggiotto 31 (5/9, 3/10), Fall 9 (2/4, 1/2), Pierantoni 1 (0/2, 0/4), Caverni 15 (7/10), Bertoni 4 (1/2, 0/2), Pietrini (0/1 da tre). N.e.: Angeletti, Del Torto. Allenatore: Alessandro Valli.
Lions Bisceglie: Cucco 9 (0/3, 2/4), Bruno 14 (4/6, 2/5), Potì 32 (7/7, 4/9), Leggio 4 (2/3), Antonelli 18 (7/9, 1/2), Chiriatti 7 (1/2, 0/2), Di Emidio 7 (2/4, 1/1), Cena 3 (1/2, 0/1), Esposito, Comollo. Allenatore: Domenico Sorgentone.
Arbitri: Grazia, Bergami di San Pietro in Casale (Bologna).
Parziali: 31-16; 50-42; 63-70.
Note: nessun uscito per cinque falli. Tiri da due: Senigallia 19/34, Lions Bisceglie 24/36. Tiri da tre: Senigallia 7/32, Lions Bisceglie 10/24. Tiri liberi: Senigallia 23/28, Lions Bisceglie 16/26. Rimbalzi: Senigallia 37 (25+12, Bertoni 8), Lions Bisceglie 36 (30+6, Di Emidio 6). Assists: Senigallia 9 (Gnaccarini 4), Lions Bisceglie 9 (Di Emidio 5).

Vale platino, l’affermazione esterna dei Lions sull’ostico parquet di Senigallia: la settima lontano dal PalaDolmen e la diciassettesima su ventidue incontri di campionato. Successo voluto e strappato con la determinazione della squadra di vertice, che non si è scomposta neppure quando è finita sotto di ben 17 lunghezze e ha inesorabilmente ripreso le redini del match conducendolo senza esitazioni.

Cattivo approccio alla sfida dei nerazzurri (debutto per Giovanni Esposito), messi a dura prova da un avversario deciso a conquistare una vittoria di prestigio: quattro triple nei primi cinque minuti con Giampieri particolarmente preciso dal perimetro e l’ex Andrea Maggiotto valido supporto per Senigallia (19-9). Timeout inevitabile per coach Sorgentone e strigliata che però non ha sortito effetti: la squadra di casa ha toccato anche il +17 (37-20) nei primi minuti della seconda frazione, con percentuali altissime al tiro frutto del combinato disposto tra l’ottima vena realizzativa del team marchigiano e un inadeguato atteggiamento difensivo biscegliese. L’eccessivo numero di palle perse ha condizionato la partita degli ospiti, costretti a inseguire.

Reazione Lions nei minuti che hanno preceduto l’intervallo lungo: Bisceglie, trascinata dai canestri di Alessandro Potì (anche dalla lunga distanza) e da quattro tiri liberi consecutivi del capitano Andrea Chiriatti, è risalita sul -7 (47-40), riaprendo l’incontro, pur concedendo ben 50 punti a metà gara: tanti per gli standard del collettivo pugliese.

La pausa ha consentito ai viaggianti di riordinare le idee, prova ne è stata il perentorio 12-2 con cui si è aperto il terzo periodo, propiziato da una ritrovata intensità a protezione del proprio canestro e dalle giocate efficaci di Potì, Antonelli e Bruno. Neppure il minuto di sospensione chiesto da coach Valli è stato sufficiente a fermare i rigenerati nerazzurri, con un Potì sempre più immarcabile per Senigallia: altri cinque punti in fila e +7 sul 52-59 per un terrificante 17-2 che ha segnato l’incontro. Un altro strattone, sempre con lo zampino dell’ala salentina, ha consentito a Bisceglie di accrescere il margine fino alle dodici lunghezze di vantaggio (58-70).

Bruciante anche l’avvio dell’ultimo quarto: 9-2 con le triple di Edoardo Di Emidio e Marco Cucco e Lions sul +14 (65-79). L’ultimo colpo di reni di Senigallia grazie a Maggiotto (80-89) ma Cucco e compagni sono riusciti a gestire la gara impedendo alla pur volenterosa formazione marchigiana di rientrare oltre. Ora, testa alla Final Eight di Coppa Italia.

Il match sarà disponibile integralmente già da lunedì mattina sui canali youtube Lions Basket Bisceglie e Bisceglie in diretta.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 26 febbraio 2017