Hanno scoperto che la fogna di Corato scarica in falda: esposto alla Procura di Trani

Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 18 giugno 2015

Hanno scoperto che la fogna di Corato scarica in falda: esposto alla Procura di Trani


Titti Mastrapasqua e Alfredo Logoluso. Si firmano con nome e cognome, i cittadini che, a seguito di alcune segnalazioni, hanno inviato un esposto alla Procura della Repubblica di Trani (e ad altri Enti competenti) per segnalare lo scarico in falda delle acque reflue provenienti dall’impianto depuratore di Corato.

Un fatto gravissimo, che vede da oltre un mese, a circa metà del loro percorso, i reflui scomparire in un inghiottitoio, ovvero inquinare in maniera diretta la falda freatica del sottosuolo. Le acque del depuratore di Corato presso “lama fondo Griffi “, non raggiungerebbero più “cala Pantano”, fermandosi invece sul fondo della “lama di Macina”.

Presso “Lama S.ta Croce”, precisamente circa 100 mt a Nord-Est di “Torre Cassanelli”, hanno inoltre segnalato la deviazione (da accertare se spontanea o artificiale) del canale di scarico, con conseguente sversamento dell’intera portata del torrente (pari a 8.219 tonnellate al giorno secondo dati ARPA).

“Esprimendo forte preoccupazione per il grave inquinamento che gli scarichi maleodoranti di colore scuro e a tratti schiumosi provocano alla falda freatica del sottosuolo, e di conseguenza anche a tutto il territorio agricolo e attività ad esso correlate – scrivono i cittadini nell’esposto – si sollecitano gli Enti in indirizzo, ciascuno secondo le proprie competenze e responsabilità, affinché provvedano a porre termine allo scarico inquinante di fogna nella falda freatica e a ripristinare lo scorrimento delle acque sul suolo fino al mare”.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 18 giugno 2015