GUARDIE AMBIENTALI SALVANO UN GHEPPIO MOLTO AFFAMATO

Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 23 ottobre 2013

GUARDIE AMBIENTALI SALVANO UN GHEPPIO MOLTO AFFAMATO


Falco recuperatoNon capita poi così spesso, ai volontari delle guardie ambientali di Bisceglie, di trovare nell’agro locale, volatili in difficoltà provenienti dall’Alta Murgia. E’ capitato invece, nelle scorse ore, di salvare un gheppio, specie super-protetta dalla Legge 157 del 1992 e presente in ambiente naturale solo nelle aree Lama di Croce  e Torre Calderina.

Il piccolo rapace selvatico, che appartiene al “patrimonio indisponibile dello Stato”, non può essere catturato, pena  sanzioni penali che prevedono anche l’arresto fino ad 8 mesi. Tuttavia, continua ad essere vittima di bracconaggio, in deroga alla norme locali, provinciali e nazionali.

Per fortuna, l’esemplare rinvenuto dalle Guardie Campestri in una normale attività di controllo sulla Bisceglie – Andria e poi segnalato ai volontari delle guardie ambientali, non è risultato ferito. Piuttosto, riferiscono i volontari AEOP in pattuglia al momento dell’intervento, il volatile recuperato, risultava stanco ed affamato.

Rifocillato a dovere, è pertanto stato liberato subito dopo le cure e le indagini di rito.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 23 ottobre 2013