GRAVINA-UNIONE 2-1 | Coppa Italia Eccellenza, azzurri sconfitti ma ancora in corsa

Sport // Scritto da Vito Troilo // 26 novembre 2015

GRAVINA-UNIONE 2-1 | Coppa Italia Eccellenza, azzurri sconfitti ma ancora in corsa


Le due compagini si contenderanno l’accesso alla finalissima nel match di ritorno di giovedì 10 dicembre al “Gustavo Ventura”

Gravina-Unione Calcio Bisceglie 2-1

Gravina
: Jeszenszy, Palermo, Chiaradia, Montemurro, D’Arienzo, Di Benedetto, Gentilesca (dal 46° Sisalli), Fiorentino, Albano, Lede (dal 46° Mazzilli), Scaringella. Allenatore: Gennaro Di Maio. A disposizione: Casella, Chessa, Silvestri, Lasalandra, Ieva.
Unione Calcio Bisceglie: Lullo, Bufi, Papagno, Ragno (dal 67° Malerba), Anglani, La Rosa, Cannone, Sylla, Albrizio, Acquaviva (dal 56° Del Bene), Di Pinto (dal 90° Pasculli). Allenatore: Mimmo Di Corato. A disposizione: Delfino, Gabriele Monopoli, Addario, Mascoli.
Terna arbitrale: Mallardi di Bari (Fedele di Lecce, Cataneo di Foggia).
Reti: 9° Albrizio, 47° Scaringella, 68° Scaringella.
Note: ammoniti La Rosa, D’Arienzo, Sylla, Papagno, Chiaradia, Anglani,, Albrizio, Fiorentino, Di Pinto. 

Tutto ancora aperto. La qualificazione alla finale regionale di Coppa Italia d’Eccellenza, fra Unione Calcio Bisceglie e Gravina, sarà decisa al termine della gara di ritorno, in programma giovedì 10 dicembre al “Gustavo Ventura”. I gialloblu di mister Gioacchino Di Maio, primi della classe nel massimo campionato calcistico pugliese, si sono imposti di misura e in rimonta nel confronto d’andata, disputato sul sintetico del “Vicino” sotto una pioggia battente.

Gli azzurri del presidente Enzo Pedone hanno sbloccato il risultato dopo nove minuti con un’inzuccata di Christian Albrizio servito da Bruno Acquaviva. La compagine ospite, schierata dal tecnico Mimmo Di Corato con il consueto modulo 4-3-3, si è fatta preferire nel primo tempo, nel corso del quale ha corso un solo pericolo, al 36°: Gentilesca, imbeccato da Albano, si è ritrovato a tu per tu con Lullo ma non è riuscito a superarlo. Lo stesso Gentilesca, nel recupero, ci ha provato dalla distanza costringendo l’estremo dell’Unione a rifugiarsi in corner.

Ripresa aperta dall’immediato gol del pari del Gravina: cross di Palermo, tap-in vincente di Scaringella fra le rimostranze degli azzurri per un colpo incassato da Acquaviva, rimasto dolorante a terra. Sorpasso a metà del secondo tempo: traversone di Sisalli dall’out destro e colpo di testa di Scaringella alle spalle di Lullo. Non è accaduto più nulla di rilevante, complice una superficie di gioco appesantita dalla pioggia.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 26 novembre 2015