GESTIONE STADIO, LE PUNTUALIZZAZIONI DEL BISCEGLIE CALCIO E UN INVITO AL DIALOGO

Sport // Scritto da Vito Troilo // 8 novembre 2013

GESTIONE STADIO, LE PUNTUALIZZAZIONI DEL BISCEGLIE CALCIO E UN INVITO AL DIALOGO


Il patron nerazzurro Nicola Canonico

Nicola Canonico

Tutto lo sport biscegliese a portata di clic su Bisceglie in diretta
Aggiungi il link del sommario sportivo ai tuoi preferiti per avere la certezza di non perdere un solo articolo!
BISCEGLIE IN DIRETTA – TUTTI I COLORI DELLO SPORT LOCALE

Il Bisceglie calcio ha voluto porre alcune puntualizzazioni sulla convenzione riguardante la gestione e l’utilizzo dello stadio “Gustavo Ventura” pubblicando una nota sul sito ufficiale www.forzabisceglie.it.

“L’A.S.Bisceglie calcio 1913, in merito alla convenzione dello stadio “Gustavo Ventura” per la stagione 2013/2014 concessa dall´amministrazione comunale di Bisceglie, tenendo conto dell´atto monocratico deliberato dal Sindaco Francesco Spina e vagliandone attentamente le direttive, tiene a precisare quanto segue:
– nell´atto non si tiene conto della contemporaneità delle fasce orarie di allenamento della nostra squadra di calcio con quella di alcune associazioni di atletica. E´ infatti inusuale che una squadra di calcio debba allenarsi in un caos totale di ragazzini e atleti che svolgono la loro attività durante delle sedute in cui vengono curati anche aspetti tecnici e tattici.
Il sindaco Francesco Spina, che ha in passato giocato a calcio e il cui padre è stato un grande uomo di sport oltre che una bandiera della nostro club , dovrebbe sapere che gli necessitano della massima tranquillità affinchè gli atleti possano concentrarsi sulle direttive del proprio tecnico; qualcosa di impossibile se attorno al rettangolo di gioco presenziano altri soggetti estranei che utilizzano la pista creando estrema confusione (oltre ad atleti spesso la stessa è utilizzata da bambini e genitori di alcune associazioni sportive).
– nello stesso atto non si specificano eventuali responsabilità su infortuni causati da possibili pallonate che inavvertitamente vadano a colpire atleti o bambini che nella medesima fascia oraria adoperino la pista di atletica (a causa di eventuali allenamenti su calci piazzati, o su possibili rimpalli a seguito di contrasti di gioco), ma di coperture assicurative relative ad infortuni per lo svolgimento della propria regolare attività.
Precisato questo si tiene a sottolineare che l´ A.S.Bisceglie calcio 1913 non è mai stata contro l´accesso all´impianto dello stadio “Ventura” ad altre realtà sportive, ma contro la mancata disciplina di ordine nella gestione degli orari di allenamento e di eventuali responsabilità.
Nostro malgrado è impossibile non rimarcare in tal senso l´inefficienza dimostrata a livello organizzativo dal sindaco di Bisceglie Francesco Spina e dai responsabili preposti.
Tra l’altro, nella convenzione sottoscritta dal Sindaco e dall’A.S.Bisceglie calcio, si parla espressamente di regolamentazione necessaria per evitare interferenze e sovrapposizioni di orari, definendone dunque competenze e responsabilità.
L’A.S.Bisceglie calcio 1913 inoltre, più volte ha provveduto ad inviare per via proritaria in data 30/10/2013, 02/11/2013 e 04/11/2013 delle note all´indirizzo del sindaco Spina, tutte rimaste senza risposta alcuna, forse perchè mal hanno espresso la necessità di accordi per evitare qualsiasi tipo di interferenza.
L’A.S.Bisceglie Calcio 1913 e il suo presidente Nicola Canonico, che con enormi sacrifici economici sta cercando di sorreggere una realtà giunta ai 100 anni di storia, si riserva dunque, in caso non venga evitata la contemporaneità di allenamenti tra la squadra e i componenti di altre realtà sportive, di riporre nelle mani del sindaco la convenzione dello stadio e di adoperarsi affinchè allenamenti e gare domenicali si possano svolgere con tranquillità in un’altra sede.

Le questioni sollevate dal Bisceglie calcio non sono campate in aria.
Il testo della convenzione concede alle diverse società di atletica leggera fasce orarie molto larghe che naturalmente non saranno utilizzate del tutto ma che coincidono, tutti i giorni, con quello che dovrebbe essere, per ragioni facilmente comprensibili, l’orario dell’allenamento pomeridiano dei nerazzuri, cioè dalle 15:00 alle 17:00.

La Serie D è un campionato serio e occorre la massima tranquillità per allenarsi e prepararne le partite, soprattutto nei giorni più delicati (giovedì e venerdì). Con un po’ di buona volontà e qualche reciproca concessione fra calcio e atletica questa faccenda si può risolvere. Non sarebbe uno scandalo se il Bisceglie calcio anticipasse l’allenamento di una mezz’ora e neppure se i gruppi di atletica lo terminassero mezz’ora più tardi. Le polemiche da due centesimi (incredibile: c’è persino qualcuno che si augura un disimpegno di Canonico!) lascino subito il posto al dialogo fra società e istituzioni. Per il bene dello sport e della città.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 8 novembre 2013
  • io credo che si debba cercare un accordo basato sugli orari e i giorni da decidere in cui si possa fare atletica leggera lasciando in pace i giocatori del Bisceglie e che facciano i loro allenamenti con tutta tranquillità al Gustavo ventura