Gestione rifiuti, l’ARO ad un punto di svolta. Recepite le istanze del comune di Bisceglie

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 29 luglio 2015

Gestione rifiuti, l’ARO ad un punto di svolta. Recepite le istanze del comune di Bisceglie


La soddisfazione del sindaco Spina

Il commissario ARO accoglie ufficialmente le istanze del comune di Bisceglie relative alla modifica della convenzione, al termine di una una battaglia di principi che ha visto confrontarsi viso a viso i sindaci del Comune di Bisceglie, Trani e Barletta. Mentre Trani e Barletta possiedono difatti due municipalizzate, entrambe in forte posizione debitoria, la gestione dei rifiuti a Bisceglie è gestita da terzi. Far operare a Bisceglie la BARSA di Barletta o l’AMIU di Trani, avrebbe significato far ricadere i problemi di una delle due ditte sui cittadini del terzo comune. L’ARO di prossima partenza azzererà tutto, cosicché  nascerà un organismo terzo, comune ai tre enti. Nelle more di fondare il nuovo organismo societario, il Comune di Bisceglie potrà bandire una gara d’appalto in proprio per la gestione provvisoria del servizio igiene, al termine della convenzione con la CamassAmbiente.

«Esprimo la mia soddisfazione per il recepimento delle istanze del comune di Bisceglie in termini di modifica della convenzione dell’ARO (ambito di raccolta ottimale), dopo un confronto duro ma leale, confronto anche giudiziario dettato da questioni insorte durante alcune fasi concitate di precedenti gestioni amministrative. Tali modifiche assicurano, tra l’altro, una rappresentatività più equilibrata e pari dignità ai tre comuni» afferma il sindaco di Bisceglie Francesco Spina

«Barletta, Trani e Bisceglie hanno espresso parere favorevole all’unanimità sul progetto unitario dell’ARO che renderà omogeneo su tutti i comuni il metodo della raccolta “porta a porta” e porterà la percentuale della raccolta differenziata a livelli altissimi e similari sul territorio dei tre comuni. Questo progetto consentirà di migliorare qualitativamente il servizio e di economizzare i costi per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti abbassando in tutti e tre i comuni la pressione tributaria della TARI.

Nella fase transitoria il comune di Bisceglie è stato autorizzato e delegato a indire una gara sulla base del nuovo progetto depositato in questi giorni dal commissario ad acta della regione Puglia, ingegner Antonicelli. Questa gara espleterà la sua efficacia fino all’entrata in vigore del regime ordinario che prevede la costituzione di una nuova soggettività pubblica costituita dai comuni di Barletta, Trani e Bisceglie. Ringrazio i sindaci di Barletta e Trani e il commissario della regione Antonicelli per aver saputo interpretare e armonizzare le istanze biscegliesi derivanti da una diversa modalità del servizio (completamente affidata a privati)» spiega il primo cittadino.

«La diffidenza del comune di Bisceglie verso la nuova forma di gestione con un soggetto pubblico non derivava da una differente visione culturale o politica ma semplicemente dal timore che potesse ripetersi la terribile esperienza del fallimento della società comunale biscegliese “Vigiliæ spa” che l’amministrazione Spina ha saputo superare con una brillantezza amministrativa rimarcata da innumerevoli pronunce e sentenze giudiziarie.

Tale diffidenza è stata superata anche in virtù di una particolare attenzione avuta dai tre sindaci nel determinare le “regole” del tavolo istituzionale che verrà sviluppato attraverso una seria riflessione di tecnici delegati dai tre comuni. Il 35 % raggiunto a Bisceglie in termini di raccolta differenziata, con il nuovo sistema verrà almeno raddoppiato con enormi vantaggi in termini ambientali ed economici. Auspico che grazie alla capacità e sensibilità del sindaco di Barletta, presidente dell’ARO e del sindaco di Trani si addivenga al nuovo soggetto attraverso una giusta rappresentanza degli interessi e dei bisogni di tutte e tre le città dell’ARO» conclude Spina.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 29 luglio 2015