Gasparri: «Amoruso avrà ragione di vergognarsi del suo comportamento»

Politica // Scritto da Serena Ferrara // 24 settembre 2015

Gasparri: «Amoruso avrà ragione di vergognarsi del suo comportamento»


E’ un duro attacco, quello che Maurizio Gasparri fa al senatore Francesco Amoruso nell’aula di Palazzo Madama, durante la seduta del 23 settembre, nella discussione generale sulle riforme.

Al vicepresidente del Senato non è andato affatto giù il passaggio da Fi ad Ala (gruppo voluto da Verdini a sostegno di Renzi), che Gasparri attribuisce ad un’unica ragione:  favorire “le consulenze dei familiari”. Nessuna “sofferenza culturale”, nessun progetto: «il suo passaggio – ha argomentato Gasparri, chiedendo di mettere agli atti le sue parole – come quello di altri, non è dovuto a sofferenze culturali; ad Amoruso del patto del Nazareno, a cui ha dedicato una nobile dichiarazione l’altro ieri, non gliene è mai fregato niente: gli interessavano le consulenze per i familiari, probabilmente. Ma su questo torneremo. Voglio che resti agli atti del Senato della Repubblica il comportamento miserevole. Io pure credo alla famiglia, difatti mi batto per essa in 2ª Commissione, ma per la famiglia composta da padre e madre, quella astratta, che è il principio della società, e non per la mia famiglia e per i suoi interessi presunti e reali. (Applausi del senatore Marin).Qualcun altro, educato ai valori della famiglia, ha pensato alla propria e ne risponderà alla sua coscienza. Ma chiudo qui la parentesi, in modo che, poi, il senatore Amoruso, che viene da una militanza politica, avrà ragione di vergognarsi del suo comportamento, proprio perché non è un politico occasionale. (Applausi del senatore Morra)…».

Alle parole di Gasparri hanno fatto seguito quelle dei senatori Lucio Barani e Vincenzo D’Anna, Presidente e Portavoce del gruppo parlamentare Alleanza Liberalpopolare – Autonomie. Entrambi, dopo l’annuncio del SI alle riforme del governo proposte dal premier Renzi, hanno chiesto le sue dimissioni da vicepresidente del Senato. In caso contrario, presenteranno una mozione di sfiducia.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Politica // Scritto da Serena Ferrara // 24 settembre 2015