FUTSAL BISCEGLIE-CISTERNINO 4-4 | Crollo, rimonta e supplementari thrilling: obiettivo semifinali centrato

Sport // Scritto da Francesco Preziosa // 16 aprile 2016

FUTSAL BISCEGLIE-CISTERNINO 4-4 | Crollo, rimonta e supplementari thrilling: obiettivo semifinali centrato

I nerazzurri sfideranno in due gare l’Augusta, che ha eliminato il Policoro. Andata sabato 23 in Sicilia, ritorno al PalaDolmen il 30 aprile

Futsal Bisceglie-Futsal Cisternino 4-4

Futsal Bisceglie: Lopopolo, Pedone, Ortiz, Sanchez, Mazzariol, Edson, Montelli, Di Benedetto, Colaianni, Losito, Ferrucci, Sinigaglia. Allenatore: Francesco Ventura.
Futsal Cisternino: De Simone, Bruno, De Matos, De Cillis, Kapa, Almir, Baldassarre, Ricci, Semeraro, Martellotta, Punzi, Lupinella. Allenatore: Francesco Castellana (squalificato).
Arbitri: Sgueglia di Civitavecchia, Caprioli di Venosa. Cronometrista: De Candia di Molfetta.
Reti: 8’00” De Cillis, 9’51” Bruno, 12’38” Sanchez, 14’15” autorete Montelli, 14’45” De Matos, 22’59” Ortiz, 23’14” Sanchez, 36’07” Mazzariol.
Note: spettatori 1500. Ammoniti: Pedone, Ortiz, De Simone, De Matos, Almir. Espulsi De Cillis per doppia ammonizione, Montelli per gioco scoretto, Bruno.

Gara ricca di emozioni al PalaDolmen tra Futsal Bisceglie e Cisternino, terminata in parità per 4-4 dopo i tempi supplementari: il risultato ha permesso ai ragazzi del presidente Luciano Sciacqua di superare, in virtù del miglior piazzamento in classifica al termine della regular season, il primo turno dei playoff per la promozione in Serie A.

Pubblico delle grandi occasioni nell’impianto biscegliese, con una festa di colori e di cori da entrambe le tifoserie degna cornice di un derby emozionante.

Padroni di casa arrembanti a inizio partita, con tre tentativi in rapida successione di Sanchez su cui si è ben disimpegnato De Simone. Ritmi elevati e intensi: al 6’07” grande giocata di un ispirato Sanchez: incursione sull’out di destra e pallone al centro per Ortiz che si è fatto murare dall’estremo ospite; Cisternino in vantaggio con l’ex di turno De Cillis, bravo a deviare in porta una palla messa in mezzo da capitan Martellotta.

Al 9’51” indecisione difensiva fatale per i padroni di casa, che hanno incassato il gol dello 0-2, facendosi sorprendere da un lob centrale di De Matos deviato in porta da un colpo di testa di Bruno, bravo ad anticipare Lopopolo in uscita.

I nerazzurri hanno accorciato le distanze con un gran interno sinistro di Sanchez su cui nulla ha potuto De Simone. Clamoroso scenario poco più tardi: il Cisternino ha ammutolito il PalaDolmen con due gol in rapida successione: al 14’15” con una sfortunata autorete di Montelli e al 14’45” con una deviazione sottomisura di De Matos.

Il Futsal Bisceglie, prima dell’intervallo, non è riuscito ad approfittare della superiorità numerica maturata in seguito all’espulsione di Bruno.

Ripresa contrassegnata dalla maggiore decisione e concretezza dei ragazzi di mister Francesco Ventura: in appena 16” la compagine di casa ha realizzato due marcature: al 22’59” con Ortiz, che ha superato De Simone in uscita con un preciso sinistro da posizione angolata e al 23’14” con Sanchez che ha depositato il pallone in rete a porta sguarnita su assist perfetto del connazionale Ortiz, sfruttando una disattenzione cistranese.

I padroni di casa hanno sfiorato più volte il gol del pareggio: al 28’59” con una girata da posizione centrale di Pedone terminata di poco fuori, al 33’16” con un gran tiro di Sanchez respinto da De Simone e al 34’16” con Mazzariol che non è riuscito a deviare in porta una respinta corta del portiere avversario su Sanchez.

Al 34’38” episodio pesante per l’epilogo del match: Montelli è stato espulso per fallo di reazione su un avversario. Incredibilmente, non solo il Futsal Cisternino non ha sfruttato la superiorità numerica ma ha incassato il pareggio da un Futsal Bisceglie con un giocatore in meno sul campo: lancio di Lopopolo verso Sanchez che con un’incornata ha servito Mazzariol la cui conclusione al volo ha mandato in visibilio il pubblico del PalaDolmen.

Sulle ali dell’entusiasmo i nerazzurri hanno cercato di infliggere il colpo del k.o. ma nonostante la superiorità numerica per espulsione dell’ex di turno Sheva De Cillis il risultato è rimasto inchiodato sulla parità.

Primo tempo supplementare praticamente congelato dai cistranesi, che hanno gestito palla col quinto di movimento per risparmiare energie e puntare tutto sul secondo overtime, nel corso del quale il collettivo biscegliese ha resistito, sfiorando anzi il 5-4 con due tentativi dalla lunghissima distanza di Sanchez.




Sport // Scritto da Francesco Preziosa // 16 aprile 2016