Funzione Pubblica Cgil all’Asl Bat: «Rimoduli l’assetto organizzativo secondo le disposizioni regionali»

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 26 novembre 2014

Funzione Pubblica Cgil all’Asl Bat: «Rimoduli l’assetto organizzativo secondo le disposizioni regionali»


Il segretario generale della Funzione Pubblica Cgil Bat, Luigi Marzano, è intervenuto riguardo la delibera Asl provinciale sull’assetto organizzativo delle strutture sanitarie. Le osservazioni formulate dal sindacato hanno trovato riscontro in regione e il dirigente ritiene necessario un intervento del direttore generale dell’Asl Bat Giovanni Gorgoni per la rimodulazione della delibera.

«In ottobre abbiamo inoltrato alla direzione generale dell’Asl Bat e all’assessore regionale alla salute le osservazioni in merito alla delibera n° 1445/2014 sulla rimodulazione dell’assetto organizzativo delle strutture (complesse, a valenza dipartimentale e semplici) a partire dal primo novembre. Abbiamo rilevato evidenti contraddizioni nell’atto, chiedendone correzione e riscontro, tenuto conto delle esigenze e dei bisogni di salute dei cittadini del nostro territorio. Ritenendo che l’attuazione di quanto deliberato dalla Asl Bat non potesse garantire valore alle professionalità presenti in azienda rispetto alla reale corrispondenza tra livelli di responsabilità professionale realmente ricoperti e quelli riconosciuti, abbiamo formulato una proposta che fosse in linea con le normative esistenti e che guardasse al miglioramento dei servizi e della qualità delle prestazioni» afferma il dirigente sindacale.

La Fp Cgil Bat ha accolto con favore la nota del 19 novembre a riscontro delle richieste sindacali con la quale la regione, ritenendo fondate le osservazioni, ha invitato il direttore generale dell’Asl Bat a rimodulare l’assetto organizzativo aziendale, dato che «non è possibile accorpare due Dipartimenti territoriali previsti e disciplinati da specifiche leggi regionali quali il Dipartimento Salute Mentale (DSM) ed il Dipartimento Dipendenze Patologiche (DDP), così come non si comprende l’accorpamento del “Dipartimento Territoriale” con il Dipartimento della Riabilitazione che invece è disciplinato con recente Regolamento regionale n° 6 del marzo 2013 e non si spiega la volontà di costituire due ulteriori dipartimenti (Tecnostrutture e Servizi Direzionali) non previsti dalla vigente normativa» afferma Luigi Marzano, che ritiene assolutamente necessario, per la Bat, un incremento dei posti letto nel rispetto degli standard nazionali previsti, il potenziamento degli organici con nuove assunzioni a tempo indeterminato, il rafforzamento dei servizi territoriali e di medicina preventiva e riabilitativa territoriale (Penitenziaria e Pronto Soccorsi compresi, Hospice) in alternativa alla chiusura ed alla riconversione degli ospedali e la riduzione di liste di attesa e mobilità passiva (viaggi della speranza verso altre Asl pugliesi o verso altre regioni).

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 26 novembre 2014