Francesco Boccia: «Stop all’impiego dell’8 per mille per le coperture finanziarie»

Politica // Scritto da Vito Troilo // 15 gennaio 2015

Francesco Boccia: «Stop all’impiego dell’8 per mille per le coperture finanziarie»


Francesco Boccia, presidente della commissione bilancio della Camera dei deputati, ha presentato una proposta di legge per la modifica all’articolo 17 della legge di contabilità e finanza pubblica, che disciplina le modalità di copertura finanziaria delle leggi, introducendo il divieto di utilizzo della quota dell’otto per mille dell’Irpef devoluta alla diretta gestione statale per la copertura finanziaria delle leggi. In sostanza, l’obiettivo del parlamentare biscegliese è impedire che i fondi dell’8 per mille siano usati come copertura finanziaria dei provvedimenti e di conseguenza sempre messi a disposizione di interventi con finalità sociali.

«La proposta in esame interviene in merito ad un ordine di criticità più volte emerse nell’esperienza applicativa della legge n. 222 del 1985, derivanti dalla riduzione delle risorse destinate dai contribuenti all’otto per mille Irpef di diretta gestione statale, spesso utilizzate per diverse finalità, attinenti prevalentemente la copertura finanziaria di provvedimenti legislativi ovvero il raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica» riporta il dossier del servizio studi della Camera sulla proposta di legge presentata da Francesco Boccia.

«Rispetto a quanto teoricamente spettante allo Stato, sulla base delle scelte dei contribuenti, lo stanziamento dell’otto per mille dell’Irpef di pertinenza statale che viene iscritto nel bilancio e annualmente messo a riparto con apposito Dpcm è stato, fin dal 2004, decurtato in ragione di diversi interventi normativi che hanno ridotto la corrispondente autorizzazione di spesa, destinando le risorse ad altre finalità».

«La proposta di legge è stata sottoscritta da tutti i gruppi parlamentari e, in fase emendantiva, ho intenzione di provare a blindare con lo stesso sistema anche il 5 per mille» ha affermato l’esponente biscegliese del Partito Democratico.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 15 gennaio 2015