FOTO / I RE MAGI A CAVALLO CHIUDONO TRA LA FOLLA IL PRESEPE VIVENTE SCOUT

Cultura / Eventi // Scritto da Grazia Pia Attolini // 7 gennaio 2014

FOTO / I RE MAGI A CAVALLO CHIUDONO TRA LA FOLLA IL PRESEPE VIVENTE SCOUT


il presidente del Gruppo Scout Mimmo Rana, il sindaco Spina, il segretario Fata, lo scout Pierangelo Lopopolo davanti alla caserma dei romani durante la 36° edizione Presepe ViventeSi è conclusa il 6 gennaio con l’arrivo del corteo dei Re Magi a cavallo la 36^edizione del Presepe Vivente organizzato dal Gruppo Scout Bisceglie, presieduto dal Cav. Uff. Domenico Rana,  con il patrocinio del Comune di Bisceglie.

Raccolto in un’atmosfera suggestiva offerta dalla naturale cornice della lama delle Grotte di Santa Croce, il presepe, che si estende per circa 6 ettari, ha visto la partecipazione di migliaia di visitatori, nelle serate di Natale e Santo Stefano, ma anche del 29 dicembre e soprattutto nella serata finale del 6 gennaio 2014, quando con l’arrivo dei Re Magi a cavallo (messi a disposizione dalla Scuderia “Amici del cavallo”) hanno affollato l’intero percorso che si snoda per quasi un chilometro, creando un vero e proprio tappeto umano.

4 serate intense e suggestive hanno rinnovato la tradizione del Presepe Vivente presso la Lama Santa Croce, ottenendo un largo consenso, facendo immergere il visitatore nell’atmosfera che si respirava alla nascita del Bambin Gesù, percorrendo le vie di cui si componeva Betlemme secondo la fedeltà storica, assaporando i profumi, gli odori, ascoltando il silenzio e le chiacchiere sottovoce fino alla scena della natività, realizzata all’ingresso di una vera e autentica grotta, quella di Santa Croce.IMG_9163

Trasportati dalla gioia che l’Evento che ha portato pace e amore nel mondo fa del Natale il rinnovamento ogni anno di quei valori, i visitatori hanno potuto ammirare la ricostruzione dell’ambientazione, opera integrale degli intraprendenti giovanissimi scout, dalla scenografia curata nei minimi dettagli, alle comparse immedesimate nei personaggi: le odalische che danzano, i romani che perlustrano il territorio e catturano all’improvviso un malfattore che viene portato dinnanzi al governatore per il giudizio, i bottegai intenti nei loro mestieri, il panettiere che impasta accanto al forno acceso, il pescivendolo e il pescatore, i piccoli pastorelli che tengono a bada il gregge, il vasaio che modella con il tornio e poi decora secondo il costume dell’epoca i suoi manufatti, le macine dei frantoiani e l’argano, il fabbro che batte il ferro finché è caldo…

Ci sono cose che non si imparano sui libri di scuola, si sono cose che vanno vissute per essere apprese e apprezzate al meglio. Ecco, gli Scout per la trentaseiesima volta, non solo hanno organizzato a beneficio della comunità una manifestazione culturale, IMG_9121che coinvolge visitatori provenienti da tutti i paesi limitrofi (e non!), ma hanno anche portato efficacemente a compimento l’opera pedagogica insita negli intenti statutari del Gruppo: stimolare i ragazzi verso la cultura dell’agire concreto e dell’ imparare facendo, una più attenta e puntuale conoscenza e valorizzazione del territorio, una diffusione reale e permanente dell’amore e della pace.

foto: Nico Sasso

Grazia Pia Attolini

Chi è Grazia Pia Attolini

Giornalista pubblicista, laureata in Lettere moderne, sta completando gli studi universitari in Filologia Moderna. Attualmente è in Servizio Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Protezione Civile e si occupa di comunicazione, social media, stampa, diffusione della conoscenza. Redattrice di Bisceglie in Diretta dal 2010, ha ricoperto anche la carica di segretario di redazione. Ha collaborato con Radio Centro e si occupa della presentazione di eventi e incontri culturali. Responsabile della comunicazione dell'associazione Giovanni Paolo II, intervista personalità di spicco del Vaticano, del mondo dello spettacolo e della società civile. Attiva nel sociale e nel volontariato, è anche capo scout.




Cultura / Eventi // Scritto da Grazia Pia Attolini // 7 gennaio 2014