FOTO | L’umorismo e l’allegria dei “Cantieri comici” divertono il pubblico del Teatro Mediterraneo

Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 23 luglio 2016

FOTO | L’umorismo e l’allegria dei “Cantieri comici” divertono il pubblico del Teatro Mediterraneo

Lo spettacolo di cabaret ironizza sui vizi e le virtù del Belpaese, passando attraverso lo strumento del sorriso

La comicità made in Sud ha lasciato ancora una volta il segno. Il Teatro Mediterraneo ha prestato eco all’umorismo di “Cantieri Comici”, spin-off della tournée comica “Risollevante”.

Eccezionale padrone di casa, il conduttore Mauro Pulpito, accompagnato nella serata tre comici strepitosi: Stefano De Clemente, Antonello Vannucci e Tommy Terrafino.

Lo spettacolo è stato aperto dall’esibizione del campano Stefano De Clemente: un comico fatto in casa, come si è definito. Il frizzante artista partenopeo ha interpretato, attraverso il gioco dell’ironia, i “problemi” della gioventù contemporanea, mettendo in  scena un monologo pieno di battute sul rapporto con le madri.

A seguire, direttamente dal quartiere “Freedom” (Libertà) di Bari, l’umorismo e le melodie del musicomico Antonello Vannucci, che con la sua chitarra ha rivisitato in chiave pugliese diverse hit internazionali fra cui “Zombie” dei Cranberries, “La cucaracha”, “Speedy Gonzales”; il pubblico, coinvolto dall’ironia dei brani proposti, ha partecipato con molto calore alle gag dell’artista con la complicità del presentatore.

La serata si è conclusa con l’eccellente monologhista Tommy Terrafino, il vegano di “Made in Sud”. Il comico nojano ha descritto con molta ironia come il rapporto d’amore con la sua consorte si sia evoluto nel corso degli anni, adottando un green-lifestyle che va dalla corretta alimentazione alle pratiche quotidiane nel rispetto dell’ecosostenibilità, ma che nonostante il cambiamento ha nostalgia delle vecchie abitudini alimentari. Un tema che ha scaldato il pubblico quello del rapporto genero-suocera.

FOTOGALLERY di Graziana Ciccolella




Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 23 luglio 2016