FOTO | L’Incontro, una suggestione che si rinnova

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 25 marzo 2016

FOTO | L’Incontro, una suggestione che si rinnova

Gli scatti più significativi dell’ultimo abbraccio tra la Madre e il Figlio

Migliaia di persone si sono radunate ai piedi del Monumento al Calvario, venerdì 25 marzo per il rito più commuovente della Settimana Santa a Bisceglie.
L’ appuntamento, atteso con profonda fede dai devoti e riverenza dal resto della comunità, si ripete identico a sé stesso da quasi due secoli. L’ultimo abbraccio tra la Madre e il Figlio è un momento di dolore e di catarsi, che prepara alla Resurrezione dello spirito.

Il poeta dialettale Riccardo Monterisi ha dedicato alla Madonna Addolorata venerata nella concattedrale di San Pietro e al Cristo Portacroce custodito nella chiesa di San Lorenzo, alcuni dei suoi versi più intensi.

In passato il rito, ripetuto per due volte nell’arco della mattinata, si colorava di altri momenti di pathos: alle consorelle dell’Associazione Femminile dell’Addolorata, ancora oggi vestite a lutto nel giorno dell’ultimo incontro, si univano tutte le madri colpite dalla perdita di un figlio in guerra o sul lavoro. Seguivano la processione anche i bimbi salvati “per grazia ricevuta” da una delle comuni malattie infantili: i “Cristudd” indossavano gli stessi abiti del Cristo in Croce, cuciti su misura da madri e nonne abili nell’arte del cucito. Si univano così alle lodi al Cristo che stava sacrificandosi per l’umanità.

Nelle foto di Fabrizio Ardito, tutti i momenti più significativi dell’Incontro del Venerdì Santo 2016 a Bisceglie:

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 25 marzo 2016