FOTO | Le “Sinfonie della settima Arte” del maestro Dominga Damato incantano il Teatro Garibaldi

Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 13 marzo 2017

FOTO | Le “Sinfonie della settima Arte” del maestro Dominga Damato incantano il Teatro Garibaldi

Le musiche dei grandi autori in scena conun concerto sinfonico indimenticabile

Musica grande protagonista, domenica al Teatro Garibaldi, nella serata dedicata alleSinfonie della settima Arte”. Concerto magnificamente diretto dalla bacchetta rosa Dominga Damato, che ha guidato l’ensemble di 54 elementi della Fanfara dell’associazione nazionale Carabinieri “Monterisi” di Cerignola e la Corale Jubilate diretta dal maestro Donato Totaro.

Il concerto, presentato da Annamaria Natalicchio, è stato aperto con l’inno di Mameli e la Fedelissima di Cirenei, marcia d’ordinanza dell’Arma dei Carabinieri, entrambe dirette dal maestro Giuseppe Lentini. Presenti in platea il sindaco di Bisceglie Francesco Spina e il senatore Antonio Azzollini.

Il maestro Damato, attraverso la sua appassionante e sapiente arte musicale, ha coinvolto il numeroso pubblico donando momenti di grande emotività. La magistrale esecuzione dei musicisti è stata assai apprezzata anche dai tanti giovani in sala. Un tributo all’arte tersicorea in musica e alle note delle più belle colonne sonore del cinema: “La Strada”,  “1492 – La conquista del paradiso”, “C’era una volta in America” solo per citarne alcuni. L’avvincente cast vocale, presentato dalla Corale Jubilate, ha donato un’intensa e incalzante coloritura espressiva alla compatta e perfetta Fanfara, preparata con una pertinenza tecnica e stilistica ineccepibile.

Valore aggiunto alla serata già ricca di suggestioni gli assoli del fisarmonicista Mimmo Cavallo, che ha dato vita alle melodie del Libertango, arricchite dai ballerini professionisti Simona Minervino e Luigi Marinelli.

Al termine, un emozionatissimo Tommaso Fontana ha definito il maestro rutiglianese Dominga Damato una regina, poiché attraverso la sua maestria e la sua inconfondibile arte ha lasciato il segno in quello che è stato un evento che di certo non si dimenticherà facilmente.

FOTOGALLERY

 




Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 13 marzo 2017