FOTO / CORTEO ISTITUZIONALE DEL 25 APRILE: TUTTI UNITI NEL SEGNO DELLA LIBERTA’

Attualità // Scritto da Grazia Pia Attolini // 25 aprile 2014

FOTO / CORTEO ISTITUZIONALE DEL 25 APRILE: TUTTI UNITI NEL SEGNO DELLA LIBERTA’


Bandiera italiana al vento - 25 aprile 2014

Bandiera italiana al vento – 25 aprile 2014

Che il 25 aprile sia oggi e sempre. E’ questo l’appello che all’unisono, dal primo cittadino ai giovani del presidio antifascista, è risuonato per le vie principali del centro della città in occasione del corteo della festa della Liberazione.

Il corteo, ormai divenuto tradizionale, è partito alle 10.00 di questa mattina, 25 aprile 2014: in testa il Gran Concerto Bandistico Città di Bisceglie che ha intonato l’Inno di Mameli e i canti Bella Ciao e La Leggenda del Piave. A seguire i rappresentanti delle varie realtà cittadine: gli scout, le associazioni militari, le autorità politiche e militari, l’Arci Bisceglie, l’Unione degli Studenti.

Non rinnovata la presenza dei piccoli e giovani studenti delle scuole locali, che per motivi organizzativi non hanno preso parte alla manifestazione di quest’anno.

Sindaco Spina depone la corona in piazza Margherita

Sindaco Spina depone la corona in piazza Margherita

Quattro le corone deposte per l’occasione: al Monumento ai Marinai Caduti, alla targa al Limite Ingoto, al busto di Vincenzo Calace e al Monumento ai Caduti di Ogni Guerra. Dopo la cerimonia dell’alza bandiera, il vicario Mons. don Franco Lorusso ha presieduto la Litrgia della Parola in Piazza Vittorio Emanuele II. 

No all’esercizio inutile del recupero dei fatti storici. Che sia sempre 25 aprile, perchè sempre siano vivi e attuali i valori che mossero alla liberazione della patria – ha affermato il primo cittadino Francesco Spina che ha anche rivolto un pensiero particolare agli ultimi due soldati biscegliesi che hanno perso la vita in missioni di pace, Carlo de Trizio e Pierdavide De Cillis e alle loro famiglie. 

Come inaugurato dall’amministrazione commissariata dello scorso anno (ricordiamo che per l’occasione intervenne il Sub Commissario Prefettizio, la dott.ssa Cinzia Carrieri), anche il corteo del 2014 ha visto la partecipazione dei rappresentanti dell’Unione degli Studenti che hanno letto le testimonianze del ventennio fascista di  Emma Menicagli e Cesare Mantellassi, e del Presidio Antifascista. Ricalcata la necessità della lotta antifascista oggigiorno, a dispetto di chi vuole vedere nel presidio una istituzione inutile e anacronistica: proprio lì dove la crisi economica perdura, è più facile che nel tessuto sociale si inseriscano pericolose dinamiche fasciste – ha sottolineato a gran voce il rappresentate del Presidio che ha concluso con un forte: ora e sempre Resistenza!

soci Arci espongono i cartelli con i nomi degli antifascisti biscegliesi

soci Arci espongono i cartelli con i nomi degli antifascisti biscegliesi

Presenti al corteo anche i soci del circolo Arci Bisceglie  che hanno voluto ricordare i nomi degli antifascisti, per fare del 25 aprile una commemorazione storica rievocativa di un frammento di storia locale mai indagato – come dichiarato dai soci Open Source. Artigiani, contadini, calzolai e persino una donna, Caterina Dell’Olio in Cosmai, che per circa 20 anni furono perseguitati come dissidenti, sono stati oggi ricordati attraverso i cartelli indossati dai soci.

Nella galleria di foto che segue gli scatti a cura di Fabrizio Ardito.

Grazia Pia Attolini

Chi è Grazia Pia Attolini

Giornalista pubblicista, laureata in Lettere moderne, sta completando gli studi universitari in Filologia Moderna. Attualmente è in Servizio Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Protezione Civile e si occupa di comunicazione, social media, stampa, diffusione della conoscenza. Redattrice di Bisceglie in Diretta dal 2010, ha ricoperto anche la carica di segretario di redazione. Ha collaborato con Radio Centro e si occupa della presentazione di eventi e incontri culturali. Responsabile della comunicazione dell'associazione Giovanni Paolo II, intervista personalità di spicco del Vaticano, del mondo dello spettacolo e della società civile. Attiva nel sociale e nel volontariato, è anche capo scout.




Attualità // Scritto da Grazia Pia Attolini // 25 aprile 2014