FOTO / Bisceglie e Michele Placido: presentato a Palazzo Tupputi il cortometraggio girato negli scorsi giorni

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 22 febbraio 2015

FOTO / Bisceglie e Michele Placido: presentato a Palazzo Tupputi il cortometraggio girato negli scorsi giorni


Un corale e affettuoso cortometraggio sul rapporto tra Michele Placido e la città di Bisceglie. Sarà presentato con ogni probabilità in occasione dello spettacolo “La misteriosa scomparsa di W”, che porterà sul palco del Teatro Garibaldi Ambra Angiolini, il prossimo 26 marzo. Probabilmente con il backstage de “La Scelta” (a cura del regista biscegliese Michele Caricola).

Almeno queste sono le intenzioni di Carlo Bruni, il direttore artistico del Sistema Garibaldi, che con Michele Placido, negli ultimi giorni, ha avuto parecchio a che fare.

Anche lui è stato tra i protagonisti e i promotori del primo esperimento del Laboratorio STEAM (gestito dalla Fondazione delle Arti di Parma e da Cineclub Canudo): una collaborazione tra laboratorio di cinema e Sistema Garibaldi, che ha lavorato attorno al “caso Placido” fruendo dei consigli e del supporto del regista.

palazzo tupputi conferenza stampa laboratorio - carlo bruni

Carlo Bruni, direttore artistico del Sistema Garibaldi

«Il film racconta la storia di un artista – spiega Carlo Bruni nel corso della conferenza stampa di sabato 21 febbraio – che raggiunge una città per realizzare un film, convinto che questa città possa contribuire in maniera decisiva al suo set, poi scopre un altro mondo, altre prospettive. E’ uno degli ulteriori (e ottimi) effetti collaterali del nuovo modo di intendere il sistema culturale della città. Ed è un riassunto dei caratteri incontrati da Michele Placido sul set del film “La Scelta”: c’è il pasticcere, ci sono le ballerine del coreutico, i musicisti della Sscuola media Monterisi, l’ospite storico della CDP Pasquale. Tante storie che si intrecciano e descrivono Bisceglie, popolando la stanze di Palazzo Tupputi».

Le scene girate, saranno montate e musicate dai ragazzi del laboratorio STEAM, tecnici e fonici  «le cui competenze – ha spiegato Placido più volte insistendo sull’argomento – sono già tali quelle di una vera e propria troupe. A Bisceglie c’è personale in grado di fare cinema con le proprie gambe».

palazzo tupputi conferenza stampa laboratorio - spina

Spina: «Trasmettiamo alle nuove generazioni input culturali che diventano indelebili»

Alla conferenza stampa, anche il sindaco Francesco Spina, che non ha trattenuto il compiacimento per l’evento in corso e l’intrecciarsi magico di competenze e professionalità che tra cinema e teatro, Bisceglie sta vivendo: «Se inizialmente la cultura era stata un po’ messa da parte per lasciar spazio ad altro – ammette il primo cittadino – in pochi anni Bisceglie è diventata tutta un laboratorio culturale, un territorio di arte in cui scorre il fluido, non solo oggettivo e materiale, ma anche spirituale, della cultura. Attraverso questo fluido trasmettiamo alle nuove generazioni input culturali che diventano indelebili. Dal Museo Diocesano a Casa Giuliani, da Palazzo Tupputi al Garibaldi: da sindaco non posso chiedere di più, se non ai cittadini, affinché recepiscano il messaggio di questa rinascita identitaria».

A chiudere la conferenza, è ancora Placido, che ci tiene a far sapere alla stampa presente alle’vento che «gli investimenti culturali, anche quelli fatti per il film “La Scelta”, sono stati tutti ricompensati: non solo Bisceglie sarà presto sulle copertine delel riviste più improtanti d’italia e in bocca ai maggiori critici di cinematografia, ma ha già avuto un ritorno economico dall’operazione. Tra ristoranti, alberghi, operai e comparse, sono stati spesi in città oltre 700.000 euro» .

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 22 febbraio 2015