FESTA DI SANTA MARIA DEGLI ANGELI E DEL PERDONO DI ASSISI

Attualità / Eventi // Scritto da Grazia Pia Attolini // 1 agosto 2013

FESTA DI SANTA MARIA DEGLI ANGELI E DEL PERDONO DI ASSISI


995733_564084110322139_1081179443_nCelebrazioni presso la parrocchia di San Lorenzo il 1 e 2 agosto

Oggi e domani presso la parrocchia di San Lorenzo si celebra la Festa del Perdono, momento liturgico in cui è possibile ricevere  la rimessione completa di tutte le colpe e la salvezza dell’anima.

Abbiamo incontrato Don Ferdinando Cascella per saperne di più.

All’origine della «Festa del Perdono» c’è un episodio della vita di san Francesco – ci spiega il giovane e intraprendente parroco di San Lorenzo – La notte tra il 1 e il 2 agosto del lontano 1216 Francesco d’Assisi, pregando nella chiesetta di Santa Maria degli Angeli, detta della Porziuncola, vide sopra l’altare il Cristo rivestito di luce e alla sua destra la Madre Santissima, circondati da una moltitudine di Angeli. San Francesco chiese loro la salvezza di tutte le anime. Si recò dal Papa Onorio III per formalizzare la richiesta dell’indulgenza. La sua richiesta fu presto esaudita, così da quell’anno il 2 agosto in tutte le comunità francescane avviene la celebrazione liturgica del perdono.

Quale l’importanza della festa solenne e in particolar modo per la vostra comunità?

L’importanza è data in primis dal fatto che la nostra chiesa è francescana dei Frati Minori Osservanti e in virtù di questo il 4 luglio 1622 Papa Gregorio XV concesse l’indulgenza plenaria perpetua e a ricordarlo vi è una lapide conservata in chiesa. In secondo luogo la solennità è da rapportare all’intera comunità cristiana della città, dal momento che l’evento è parrocchiale ma si fa cittadino nel momento in cui l’interesse è quello di rivolgere Misericordia a tutti coloro che vogliono abbracciare Dio. E noi comunità di San Lorenzo siamo ben lieti di farci da tramite in questo senso.

don ferdiandoSan Lorenzo ha sempre celebrato in data 2 agosto, ma quest’anno c’è una novità: quale?

Dal 1622 la parrocchia da la possibilità di celebrare la festa del perdono, quest’anno, in concomitanza con il 480° anniversario dalla consacrazione della chiesa, abbiamo pensato di rivivere la solennità durate la notte tra il 1 e il 2 agosto, rimembrando l’episodio di vita di San Francesco. Ecco il programma completo: a partire dalle 21:00 all’aperto si celebrerà l’Eucarestia in silenzio, dalle 22:00 ci sarà l’esposizione ed Adorazione Ecauristica (occasione in cui sarà possibile lucrare l’indulgenza plenaria) silenziosa fino all’una di notte, dall’una alle due di notte sarà animata. Il 2 agosto, poi, in mattinata si svolgerà l’esposizione e l’adorazione Ecauristica e alle 12:00 la Benedizione, in serata a partire dalle 19:00 la Solenne Celebrazione Ecauristica conclusiva.

Nell’invitare i lettori di Bisceglie in Diretta a partecipare numerosi, trattandosi di un’occasione unica, Don Ferdinando  fa anche un appello:

E’ in corso il restauro del Gesù con la Croce, bene parrocchiale e cittadino, trattandosi di una delle statue di maggior spicco durante le celebrazioni del Triduo Pasquale. Chi volesse contribuire con una donazione libera e disinteressata può farlo rivolgendosi direttamente all’ufficio parrocchiale e alla mia persona.

 

Grazia Pia Attolini

Chi è Grazia Pia Attolini

Giornalista pubblicista, laureata in Lettere moderne, sta completando gli studi universitari in Filologia Moderna. Attualmente è in Servizio Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Protezione Civile e si occupa di comunicazione, social media, stampa, diffusione della conoscenza. Redattrice di Bisceglie in Diretta dal 2010, ha ricoperto anche la carica di segretario di redazione. Ha collaborato con Radio Centro e si occupa della presentazione di eventi e incontri culturali. Responsabile della comunicazione dell'associazione Giovanni Paolo II, intervista personalità di spicco del Vaticano, del mondo dello spettacolo e della società civile. Attiva nel sociale e nel volontariato, è anche capo scout.




Attualità / Eventi // Scritto da Grazia Pia Attolini // 1 agosto 2013