Festa del Sacro Cuore, un successo frutto dell’impegno di tanti giovani

Attualità // Scritto da Mimi Capurso // 8 luglio 2016

Festa del Sacro Cuore, un successo frutto dell’impegno di tanti giovani

Il resoconto dell’evento organizzato dalla parrocchia Santa Maria di Passavia

Nella parrocchia Santa Maria di Passavia, ben organizzata dal parroco monsignor Franco Lorusso e dai suoi giovani (e anche meno giovani), il 24, 25 e 26 giugno, come ogni anno, è stata celebrata la festa del Sacro Cuore di Gesù, preceduta dal triduo di preparazione (dal 22).

Il mese di giugno da tempo ci invita a riflettere e a meditare sul Sacro Cuore di Gesù. La devozione è scaturita dalle rivelazioni private del Buon Gesù alla suora visitandina santa Margherita Maria Alacoque che ne diffuse il culto insieme a san Claudio de la Colombière. Il significato della Festa? Col culto del Sacro Cuore di Gesù la chiesa cattolica intende onorare il Cuore di Gesù Cristo. Non è – sia chiaro – una devozione fra tante, perché è stata rivestita dalla Chiesa di una dignità tutta particolare e si situa al centro di una rispettabilità tutta particolare.

La festa del Sacro Cuore fu celebrata per la prima volta in Francia, probabilmente nel 1685 e fu istituita ufficialmente nel 1856 da papa Pio IX. Domenica 26 giugno, alle ore 19:00, è stata celebrata la messa in piazza San Francesco, presieduta dal nostro Arcivescovo Giovan Battista Pichierri.

Durante la cerimonia è stato ammesso il candidato all’Ordine Sacro del Diaconato e Presbiteriato, il seminarista biscegliese Mario Luciano Sciacqua. Hanno prestato servizio il Gran Concerto Bandistico “Biagio Abbate” diretto dal maestro Marco Codamo e il Gran Concerto Bandistico Santa Cecilia diretto dal maestro Pasquale Turturro.




Attualità // Scritto da Mimi Capurso // 8 luglio 2016