Fa esplodere due bombe carta davanti all’abitazione di un sorvegliato speciale. Preso un 55enne molfettese

Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 4 febbraio 2015

Fa esplodere due bombe carta davanti all’abitazione di un sorvegliato speciale. Preso un 55enne molfettese


Un 55enne molfettese è stato bloccato dai Carabinieri con l’accusa di accensioni ed esplosioni pericolose, danneggiamento, detenzione abusiva di armi e detenzione di sostanze stupefacenti. Avrebbe collocato e fatto esplodere, sia lo scorso 2 giugno che lunedì 2 febbraio, bombe carta di fabbricazione artigianale davanti alla porta di ingresso dell’abitazione di un sorvegliato speciale 50enne del luogo, danneggiando la struttura esterna dell’entrata.

Le indagini dei militari della Compagnia di Molfetta hanno consentito di identificare l’uomo e di effettuare una perquisizione all’interno della sua abitazione nel corso della quale le forze dell’ordine hanno rinvenuto, nascosto nel mobile della cucina, un ordigno con caratteristiche analoghe a quelli esplosi.

La bomba carta è stata sottoposta a sequestro unitamente a una cartuccia calibro 9, 30 grammi di hashish, un bilancino di precisione e materiale per il taglio e confezionamento della so

Tratto in arresto, l’uomo, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, è stato associato presso la locale casa circondariale.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 4 febbraio 2015