Exprivia, nulla da fare al PalaPoli con Perugia

Sport // Scritto da Cristina Scarasciullo // 9 febbraio 2017

Exprivia, nulla da fare al PalaPoli con Perugia

Seconda sconfitta consecutiva per i biancorossi che domenica renderanno visita a Modena

Exprivia Molfetta-Sir Safety Conad Perugia 0-3

Exprivia Molfetta: Polo 5, Vitelli 4, Del Vecchio, Del Barros 9, Pontes, Olteanu 9, Sabbi 10, De Pandis (libero). N.e.: Jimenez, Partenio, Porcelli (libero), Hendriks, Leite. Allenatore: Flavio Gulinelli.
Sir Safety Conad Perugia: Russel 9, Zaytsev 13, Atanasijevic 15, De Cecco 3, Birarelli 3, Podrascanin 10. N.e.: Buti,Tosi (libero), Chernokozhev, Franceschini, Russel, Mitic, Berger, Bari (libero), Della Lunga. Allenatore: Lorenzo Bernardi.
Arbitri: Satanassi, Piana.
Parziali: 20-25, 16-25, 17-25.
Note:
 Spettatori 1900. Durata set: 24′, 21′, 22′ per un totale di 67 minuti. Exprivia Molfetta: 6 muri, 3 aces, 11 errori in battuta, 7 errori azione, 48% in attacco, 32% (17%) in ricezione. Sir Safety Conad Perugia: 7 muri, 8 aces, 8 errori in battuta, 8 errori azione, 58% in attacco, 39% (23%) in ricezione. Mvp: Zaytsev.

Non è bastato il tifo di un PalaPoli traboccante in ogni ordine di posto a fermare i Block Devils, che si sono imposti con un netto 0-3 sui padroni di casa dell’Exprivia.

In avvio di primo set, Molfetta ha provato a mettere in difficoltà gli ospiti. Bernardi è stato costretto a chiamare il timeout sul 5-1 per invertire l’andamento della frazione e, con Atanasijevic in battuta, i bianconeri hanno pareggiato i conti. Joao Rafael ha cercato di trascinare i suoi per provare ad allungare, ma gli umbri hanno risposto punto su punto: Podrascanin ha firmato il 19-21 e una pipe di Ivan Zaytsev ha chiuso un set sostanzialmente in equilibrio fino alla fine.

Molfetta di nuovo avanti nella seconda frazione: Polo ha murato l’opposto avversario e l’ace di Vitelli ha portato i padroni di casa sul +2. Birarelli ha rimesso in pari il punteggio sul 10-10 e Russel ha contribuito all’allungo ospite sul 12-15. Un implacabile Zaytsev ha fatto la differenza a muro e gli umbri si sono aggiudicati il parziale con un eloquente 16-25. Qualche errore in ricezione e in palleggio di troppo hanno impedito a Molfetta di interrompere la striscia positiva della squadra di Bernardi. Neanche il doppio timeout richiesto da Gulinelli ha permesso a Sabbi e compagni di rientrare in partita.

Perugia, più decisa che mai ad archiviare la sfida del turno infrasettimanale in tempi brevi, ha alzato i ritmi nel terzo set. Sabbi e Olteanu hanno provato a ricucire il gap, riportando i padroni di casa a -2 ma sull’8-13 Molfetta si è scomposta del tutto: un Russel infallibile in battuta e De Cecco, decisamente in giornata, hanno regalato a Perugia il massimo vantaggio (9-18). I biancorossi hanno tentato di replicare senza successo e l’errore di Sabbi in battuta ha concluso il match sul 17-25.

Tre punti fondamentali per la compagine umbra, che, dopo lo stop interno con Civitanova (complice il risultato proprio dei marchigiani e di Trento) ha consolidato il terzo posto in graduatoria in vista dell’impegno casalingo con Monza.

Molfetta renderà visita a Modena. Gara decisamente ostica per gli uomini di Flavio Gulinelli, che hanno bisogno di dare una svolta alla stagione per assicurarsi la permanenza nel massimo campionato di volley maschile.

Cristina Scarasciullo

Chi è Cristina Scarasciullo

Cristina Scarasciullo ha conseguito la maturità scientifica presso il liceo "Da Vinci" di Bisceglie, ed è iscritta alla facoltà di scienze della comunicazione presso l'università degli studi di Bari "Aldo Moro". Collaboratrice di Bisceglie in Diretta, coltiva il sogno di diventare una giornalista d'inchiesta fin da bambina. Il suo punto di riferimento è Giancarlo Siani.




Sport // Scritto da Cristina Scarasciullo // 9 febbraio 2017