Expo in città: Sergio Racanati per la “Casa della danza” di Milano

Cultura // Scritto da Serena Ferrara // 1 maggio 2015

Expo in città: Sergio Racanati per la “Casa della danza” di Milano


In proiezione OXXL , prodotto dal Museo Pino Pascali durante la residenza “Mari tra le mura”

Si chiama OXXL ed è un documentario sull’azione context specific condotta da Sergio Racanati durante la residenza “Mari tra le mura”. Un film prodotto dal Museo Pino Pascali di Polignano a Mare che la “Casa della Danza” di Milano ha scelto per la propria rassegna dedicata ad Expo in Città.

La Dancehouse

L’esclusivo spazio della città che ospita l’esposizione universale si chiama DANCEHAUS e dal 2011 realizza  un progetto trasversale che prevede la produzione e l’ospitalità di spettacoli, showformat coreografici, seminari, workshop  e residenze artistiche di giovani compagnie, coniugando l’arte  con il design, la moda e la musica dal vivo,  le università e il territorio, creando un network di cervelli e creativi che supera i confini nazionali.

Gli showcase

Gli Showcase di maggio nella casa della danza milanese, la rassegna primaverile dedicata alla giovane coreografia nazionale ed internazionale, sarà arricchitia da tavole rotonde con artisti, installazioni e video-art. Cuore ddegli appuntamenti è  il dialogo e lo scambio, la contaminazione tra i diversi linguaggi del corpo e dell’arte, il confronto tra il pubblico e gli artisti che proiettano il processo creativo fuori dalla scena per aprire la danza all’altro.

Nel focus sulla videoarte a Racanati  sarà affiancato, il 22 maggio (appuntamento alle 20.30 presso La casa della danza),  anche il team creativo bergamasco Framed Vision, di cui sarà proiettata l’opera Coppelius. Il focus è a cura di Federica Sosta.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Cultura // Scritto da Serena Ferrara // 1 maggio 2015