Eusebio Haliti, di ritorno dalla Russia, con la testa già agli assoluti di Torino

Sport // Scritto da Vito Troilo // 23 giugno 2015

Eusebio Haliti, di ritorno dalla Russia, con la testa già agli assoluti di Torino


Terminata la spedizione a Cheboksary con la nazionale, il velocista biscegliese è pronto per preparare l’assalto al titolo italiano

E’ rientrata a Fiumicino l’Italia dell’atletica leggera, che ha partecipato, nell’ultimo fine settimana, al Campionato Europeo per nazioni di Cheboksary, in Russia.

Il sesto posto complessivo con 288 punti costituisce il miglior risultato per la nazionale azzurra nella competizione, che dal 2009 ha preso il posto della Coppa Europa “Bruno Zauli”. Il formato a 12 dovrebbe lasciare (finalmente) il posto a quello, molto più congeniale, tradizionale e spettacolare, a 8, secondo quanto affermato dal presidente dell’European Athletic Association, Svein Arne Hansen.

La certezza di non correre alcun pericolo di retrocessione, considerando la pochezza delle tre scandinave effettivamente scese in First League (a tal proposito, sono salite in Super League Repubblica Ceca, Grecia e Olanda), ha consentito all’Italia di presentarsi alle 40 gare senza particolari timori. La staffetta del miglio, col biscegliese Eusebio Haliti in terza frazione, si è fermata a 3’06″71.

Non ha particolarmente impressionato Davide Re, che ha chiuso i primi 400 in 47″ netti; il riscontro migliore l’ha fatto registrare Francesco Cappellin, il secondo frazionista (46″1). Eusebio Haliti ha corso il suo tratto in 46″69, meglio sia di Re che di Davide Manenti (46″88), che il giorno precedente aveva corso i 400 in 46″84.

Il 24enne allenato da Tonino Ferro riprenderà, come di consueto, il lavoro sulla pista del “Gustavo Ventura”: nel mirino del velocista di origine albanese i campionati italiani assoluti in programma allo stadio “Primo Nebiolo” di Torino da venerdì 24 a domenica 26 luglio. La preparazione prevederà senz’altro una o due gare test (con ogni probabilità a Lignano Sabbiadoro martedì 7 luglio), naturalmente sui 400 ostacoli.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 23 giugno 2015