Domenica 18 escursione solidale al chiaro di luna presso la Lama di Santa Croce

Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 9 settembre 2016

Domenica 18 escursione solidale al chiaro di luna presso la Lama di Santa Croce

L’evento, organizzato dagli attivisti Wwf di Andria, è finalizzato alla conoscenza del territorio

Come ogni fine estate gli attivisti Wwf di Andria, città rientrante nell’organizzazione aggregata WWF Levante-Adriatico, organizzeranno una serata nella natura al chiaro di luna piena presso la  lama di Santa Croce.

“Ululando alla luna”, passeggiata ecologica e naturalistica nel cuore dell’agro di Bisceglie più ricco di testimonianze storiche, si svolgerà domenica 18 settembre. La partenza, dall’antica masseria posta Santa Croce, sarà fissata per le ore 18:00. Una guida turistica qualificata accompagnerà il gruppo presso il Dolmen della Chianca. Dopo una breve sosta e il racconto della storia del sito megalitico il cammino riprenderà verso la Lama Santa Croce. La serata proseguirà presso la masseria, un tempo stazione “di posta”, luogo in cui trovavano ospitalità e pascolo i pastori e le greggi in transumanza.

Il programma prevede un tributo teatrale alla luna e alle stelle di e con Vittorio Continelli. Si tratta del “Discorso sul Mito“, monologo che catturerà l’attenzione ed emozionerà raccontando del cielo notturno attraverso le storie mitologiche tramandate dalla tradizione greca e latina.
In seguito si continuerà a scrutare le meraviglie del cielo notturno grazie all’ausilio di potenti telescopi e alla professionalità degli astrofili della Sap (Società astronomica pugliese) e dell’osservatorio astronomico di Acquaviva delle Fonti. Seguirà un gustoso buffet con prodotti tipici.

L’escursione si prefigge l’obiettivo di far conoscere l’esistenza di questi luoghi d’eccellenza del territorio a un numero quanto più nutrito di gente, “perle” naturalistiche da preservare in contesti interessati dalla presenza di forti trasformazioni antropiche. Il luogo prescelto per l’escursione rappresenta, per gli attivisti Wwf,  un’oasi naturalistica, in cui la vegetazione e la fauna testimoniano le antiche connotazione di quei luoghi, prima che la meccanizzazione dei processi di produzione e lo sfruttamento intensivo del suolo ne decretassero la loro scomparsa. Siti, testimonianza dell’uso sostenibile del territorio, nei quali il rispetto e l’etica dell’uso delle risorse naturali, garantivano un logico equilibrio tra l’uomo e l’ambiente.

Gli organizzatori richiedono ai partecipanti di munirsi di stuoie e torce elettriche, consigliando abbigliamento comodo e consono alla serata (scarpe sportive e maglioncino). La quota di partecipazione sarà un contributo spese simbolico. Previste agevolazioni per gli associati Wwf. Una parte delle quote sarà devoluta  per aiutare le popolazioni colpite dalla tragedia del sisma. Un piccolo gesto per sentirci ancora più vicini a queste popolazioni. Maggiori dettagli sulla donazione saranno successivamente comunicati. Info e adesioni: 3668049639.




Cultura // Scritto da Cinzia Montedoro // 9 settembre 2016