ERA UNA RAGAZZA DI 14 ANNI LA PERSONA INVESTITA DA UN TRENO FRA MOLFETTA E GIOVINAZZO

Cronaca / Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 2 aprile 2014

ERA UNA RAGAZZA DI 14 ANNI LA PERSONA INVESTITA DA UN TRENO FRA MOLFETTA E GIOVINAZZO


Binari

Binari

Giovanissima vita spezzata per cause tutte da accertare

La persona investita mercoledì mattina, intorno alle ore 12:45, sul tratto ferroviario tra Giovinazzo e Molfetta, in direzione Foggia, era una ragazza di appena 14 anni e non un uomo come trapelato nei minuti immediatamente successivi al fatto.

Il macchinista del Freccia Bianca 9824, partito da Lecce e diretto a Torino, si è reso conto della presenza della giovanissima, azionando la sirena del treno per avvertirla del pericolo. La ragazza sarebbe rimasta assolutamente immobile. Vani tutti i tentativi di frenata: la vittima è stata ritrovata sotto la terza carrozza.

La prima, sommaria ricostruzione di quanto accaduto lascerebbe purtroppo presupporre un insano gesto della ragazza. Toccherà agli inquirenti risalire all’esatta dinamica e ai motivi scatenanti della tragedia.

Trenitalia e Rete Ferroviaria Itliana hanno comunicato che alle ore 15:45, ricevuto il nulla osta dell’autorità giudiziaria, è stato riattivato il traffico ferroviario fra Molfetta e Giovinazzo sulla linea Foggia-Bari. I treni hanno subìto ritardi anche di 90 minuti.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Cronaca / Dal territorio // Scritto da Vito Troilo // 2 aprile 2014
  • attilio

    QUESTI GIOVANI, MANCA:LA SALUTE, L’EQUILIBRIO, ENERGIA, SPINTA, SPIRITO, FORZA, L’AMORE, SESSO, VITA, FAMIGLIA, ANSIA, DEPRESSIONE, L’ORDINE, AFFETTO, RISPETTO, SICUREZZA, L’INTELLIGENZA,SOLO LE BASI: POSSONO RICOSTRUIRE UN MONDO + EQUILIBRATO??? TUTTA COLPA DELLA POSTURA PIATTA E SCORRETTA, NON SAPIAMO SUPERARE LE DIFFICOLTA DURANTE IN NOSTRO CAMMINO?